Seduta n. 473 Venerdì 31

Svolgimento di interpellanze

urgenti (Iniziative di competenza per assicurare la

continuità territoriale da e per la Sardegna e per

promuovere la concorrenza e la riduzione delle tariffe,

anche in considerazione della privatizzazione della

Compagnia italiana di navigazione –Tirrenia;

iniziative per salvaguardare la funzionalità e

l’operatività degli uffici giudiziari di

Forlì; elementi in merito al mancato pagamento di

crediti di numerose imprese per attività svolte in

occasione dei mondiali di ciclismo che hanno avuto luogo in

Toscana nel 2013; iniziative, anche normative, a favore di

un equo trattamento delle scuole paritarie in materia

fiscale, anche alla luce di recenti sentenze della Corte di

cassazione).
Tratto da www.camera.it.
L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito della Camera dei deputati è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Seduta n. 472 Giovedì 30

Discussione ed approvazione del

disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 99 del

2015: Partecipazione italiana alla missione EUNAVFOR MED

(Approvato dal Senato) (A.C. 3249)

(Discussione sulle linee generali; repliche dei

relatori e del Governo; esame articolo unico; esame ordini

del giorno; dichiarazioni di voto; votazione

finale).
Tratto da www.camera.it.
L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito della Camera dei deputati è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Ha chiuso il Corriere Mercantile di Genova nato nel 1824

corriere-mercantileIl 27 luglio 2015 è andato in edicola l’ultimo numero della “Gazzetta del lunedì” che sancisce anche la chiusura del “Corriere Mercantile” testata storica genovese nata nel 1824  edita da una cooperativa. Quindici giornalisti, due fotografi, tre poligrafici e due amministrativi restano senza lavoro. Nicola Tranfaglia ricorda le sue esperienze al Corriere Mercantile riflettendo sul silenzio sul futuro dei nostri quotidiani

La chiusura, appena annunciata, delle pubblicazioni del Corriere Mercantile e della Gazzetta del Lunedì che a Genova uscivano dal 1824 mi spingono a ritornare ancora una volta sul problema dell’informazione, un bene di cui il nostro Paese ha un  bisogno molto forte e che, negli ultimi anni, invece di diminuire è diventato più centrale all’Italia che non ha più grandi partiti (se in parte si escludono il partito democratico di Renzi e Forza Italia dell’uomo di Arcore)e che anche in campo televisivo è caratterizzato da un duopolio Rai-Mediaset che tarda pericolosamente ad accettare una terza voce come quella della 7, gestita dall’imprenditore piemontese Cairo.

C’è per me prima di tutto un lontano ricordo di cui non ho mai parlato: negli ultimi anni Cinquanta,ancora impegnato a Napoli negli studi universitari di Diritto e di Storia, ricevetti dal proprietario genovese del giornale, l’armatore Fassio, l’invito a raggiungere la capitale ligure e a lavorare nella redazione del Corriere Mercantile per alcuni mesi. Accettai l’offerta complice il direttore di quel giornale allora che si riferiva al partito liberale e così imparai alcuni fondamenti del mestiere giornalistico, i titoli, l’impaginazione del giornale e la stesura delle cronache, proprio in quella città. E ricordo con quasi commozione e una certa nostalgia la cura che il capo della redazione e il direttore misero nel rendermi partecipe di un mestiere che allora aveva accentuate caratteristiche di forte individualismo e di pronunciata artigianalità.  La considerazione che segue ricorda i destini dell’informazione nel nostro Paese di fronte a classi dirigenti che, anche in questo periodo, ed essendo composte in maggioranza da esponenti politici che pure vengono da tradizioni democratiche o addirittura socialiste, sembrano non rendersi conto del fatto che la morte di testate come quelle che abbiamo citato e che arrivano dopo la fine di un numero complessivo assai alto che è avvenuto negli anni scorsi e con la situazione televisiva a cui abbiamo accennato  non può che rendere più precario il pluralismo voluto dalla nostra Costituzione e il necessario dibattito sui problemi sempre nuovi della repubblica.

Tratto da: www.lsdi.it
I contenuti originali di questo sito sono rilasciati in base alla licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 3.0 (escluso ove diversamente indicato e/o riguardo le specifiche fonti citate).

(Visited 3 times, 1 visits today)

Kashmiri Song by HOPE, Laurence

Adela Florence Nicolson (née Cory) was an English poet who wrote under the pseudonym Laurence Hope. Her father was employed in the British army at Lahore and she left for India in 1881 to join her father.
In 1901, she published Garden of Kama, which was published a year later in America under the title India’s Love Lyrics. She attempted to pass these off as translations of various poets, but this claim soon fell under suspicion. Her poems often used imagery and symbols from the poets of the North-West Frontier of India and the Sufi poets of Persia. She was among the most popular romantic poets of the Victorian and Edwardian eras. Her poems are typically about unrequited love and loss and often, the death that followed such an unhappy state of affairs. Many of them have an air of autobiography or confession. – Summary by Wikipedia
This title is avalable for free download at: www.librivox.org.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Decreto-legge in materia fallimentare: esame in Assemblea

Venerdì 31 7 2015

Il ddl n. 2021, di conversione in legge del decreto n. 83/2015 in materia fallimentare, civile di amministrazione della giustizia, già approvato dalla Camera, è all’ordine del giorno dell’Assemblea per lunedì 3 agosto, alle ore 16.
Il sen. Casson riferirà sul provvedimento, nel medesimo testo approvato dalla Camera dei deputati.

Nota breve del Servizio studi »

Tratto da www.senato.it.
L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

(Visited 2 times, 1 visits today)

AMERICA/EL SALVADOR – Niente negoziato con le bande nel piano di sicurezza nazionale

San Salvador – Il Consiglio Nazionale per la Sicurezza Cittadina ha deciso il giorno 30 luglio, all’unanimità, che esclude ogni negoziato con le bande e il suo impegno a proseguire l’attuazione del piano basato sulla strategia di “El Salvador Sicuro”. Così ha riferito in una nota inviata a Fides, Hato Hasbún, commissario presidenziale per la sicurezza. Questa postura è stata ratificata dal vescovo ausiliare di San Salvador, Sua Ecc. Mons. Gregorio Rosa Chavez, come rappresentante della chiesa cattolica.

Il responsabile del governo ha detto che una possibilità per finanziare il piano, è quello della tassa per la sicurezza, e quindi il consiglio si riunirà nuovamente il 10 agosto per definire il meccanismo per ottenere le risorse.

Alla riunione del consiglio ha partecipato anche il Corpo Diplomatico. “Vediamo che c’è anche interesse internazionale per finanziare il piano “El Salvador Sicuro”, ha segnalato Mons. Rosa Chavez, come uno dei risultati della seduta del consiglio.
Tratto da: www.fides.org.
I contenuti del sito sono pubblicato sotto una Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia (CC BY 3.0 IT).

(Visited 3 times, 1 visits today)

We are not Charlie and we will never be.