AAVV – Racconti Ecuadoriani

«Ieri sera, attorno alla mezzanotte e trenta, l’agente di polizia N. 451, che prestava servizio nella zona, trovò, all’incrocio delle vie Escobedo e García, un individuo di nome Ramírez, in pressoché completo stato di prostrazione. Il poveretto sanguinava abbondantemente dal naso e, interrogato che fu dall’agente, disse di essere stato vittima di un’aggressione da parte di alcuni individui a lui sconosciuti, unicamente per aver chiesto loro una sigaretta. L’agente invitò il malcapitato ad accompagnarlo al Commissariato di zona affinché potesse chiarire l’accaduto, ma il Ramírez si rifiutò categoricamente. A questo punto l’agente, nel compimento del suo dovere, sollecitò l’aiuto di uno degli autisti della vicina stazione di taxi e condusse il ferito alla Polizia dove, nonostante le cure del medico, dottor Ciro Benavides, morì poche ore dopo.
Questa mattina il commissario del 6° distretto ha svolto le opportune indagini, ma non è riuscito a scoprire nulla, né riguardo agli assassini né alla provenienza del Ramírez. L’unica cosa che si è potuto sapere, e in modo peraltro accidentale, è che il defunto era vizioso.
Provvederemo a tenere informati i nostri lettori su quanto verremo a sapere intorno a questo fatto misterioso.»

RTFPDF

su: http://www.classicistranieri.com/letturecreative/main.htm

Lascia un commento