Antonio Ingroia – C’era una volta l’intercettazione. La giustizia e le bufale della politica – Lo strumento d’indagine, la sua applicazione per reati di mafia e i tentativi d’affossamento

Le intercettazioni sono nate e si sono evolute di pari passo con le tecnologie e i cambiamenti sociali. Il loro utilizzo è stato sottoposto a precise regole, la più importante delle quali è la richiesta da parte del pubblico ministero seguita dall’autorizzazione di un giudice per le indagini preliminari. Tutto questo mentre la politica sta insinuando l’idea di un mondo costantemente controllato. Nelle pagine di questo libro si va alla ricerca di fatti che dimostrino quanto il pericolo tanto gridato sia inesistente, rifacendosi alle intercettazioni per i reati di mafia e al valore che hanno in fase processuale.

——————————————–
Antonio Ingroia, C’era una volta l’intercettazione. La giustizia e le bufale della politica – Lo strumento d’indagine, la sua applicazione per reati di mafia e i tentativi d’affossamento
Collana Senza Finzioni, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (531KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Lascia un commento