Bestiario Moralizzato di Gubbio – PDF

Lo lion è de sì nobil natura,
de nïuna altra fera à semeliança.
Ne le montangne di maiure altura
usatamente si fa demorança;
à de l[o] caciatore tal paura
ke per scanpare pilia sutiliança,
e tanto la sua andata cela e scura,
ke non pò[ne] vedere homo senblança.

Per lo leone si dee entender Cristo,
per la montagna ‘l cielo onde descese,
e per lo caciatore lo Nemico
lo qual fo de la Sua venuta tristo,
kè li tolse l’anime kavea prese
e non podean scanpar per altro amico.

Download (PDF, 475KB)