Boldrini in Aula commemora Stefano Rodotà

Care colleghe e cari colleghi,
come sapete lo scorso 23 giugno è venuto a mancare Stefano Rodotà, deputato dall’ottava alla undicesima legislatura, nel corso della quale fu Vicepresidente della Camera dei deputati. E’ stato anche il primo Presidente dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali dal 1997 al 2005.
Insigne e raffinato studioso di fama internazionale nel campo del diritto civile, è stato autore di opere fondamentali in materia di diritti e libertà individuali e sociali, anche in relazione alle nuove tecnologie. Animato da impegno civile ed entusiasmo, nella sua attività istituzionale come in quella scientifica, ha offerto un contributo prezioso ed originale di analisi e di proposte al dibattito politico del nostro Paese.
La sua battaglia appassionata per affermare il diritto di tutti, soprattutto dei più deboli, ad avere diritti, anche nell’età digitale, lo ha reso un punto di riferimento della nostra vita democratica. Ha saputo coniugare la coerenza e la fermezza delle proprie convinzioni con una non comune capacità di dialogo, anche con le posizioni più distanti dalle sue.
Ho avuto modo – insieme ad altri colleghi e colleghe – di apprezzarne, ancora una volta, le qualità umane e professionali in occasione della sua partecipazione alla Commissione di studio della Camera dei deputati sulle questioni digitali. Fondamentale è stato il suo apporto alla elaborazione della Dichiarazione sui diritti e i doveri in internet, approvata dalla medesima Commissione grazie alla sua cultura giuridica e alla capacità di tenere insieme e far dialogare tutti i punti di vista. Dichiarazione i cui contenuti sono poi confluiti in una mozione che abbiamo approvato all’unanimità in quest’aula.
Infine mi piace ricordare il suo eccezionale rapporto coi giovani, evidenziato anche in occasione di un recente incontro, al quale abbiamo partecipato insieme, in un istituto scolastico romano, proprio sui temi della Dichiarazione. A conferma della sua sensibilità intellettuale sempre vivace ed al passo coi tempi.
Ai familiari – che sono qui presenti – desidero esprimere i sentimenti della vicinanza e della solidarietà mia e di tutta la Camera dei deputati.
Invito l’Assemblea ad osservare un minuto di silenzio.

Tratto da www.camera.it.
L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito della Camera dei deputati è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

(Visited 16 times, 1 visits today)

Commenti

commenti

Lascia un commento