Cara Mona, che in mezzo a do colonne – Giorgio Baffo

Cara Mona, che in mezzo a do colonne
Ti xe là messa, come un capitelo,
Per cupola ti gà do culatone,
E ’l bus del Cul de sora xe ’l to Cielo.
Perchè t’adora tutte le persone
Ti stà coverta sotto un bianco velo,
Che, se qualcun te l`alza, e che t’espone,
Vittima sul to altar casca ogni Oselo.
El sacro bosco ti me par de Diana,
Dove all’ingresso ghè do mustacchioni,
Che all’arca ne conduse della mana;
Notte, e zorno ti fà miracoloni,
Chè l’acqua, che trà sù la to fontana,
Dà vita ai morti, e spirito ai Cogioni.