Archivi categoria: Presidenza della Repubblica

Messaggio di cordoglio del Presidente Mattarella per l’attentato in Egitto

C o m u n i c a t o

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Presidente della Repubblica Araba d’Egitto, Abd Al-Fattah Khalil Al-Sisi, il seguente messaggio:
« Ho appreso con profondo dolore la notizia del vile attentato che ha colpito poche ore fa la moschea di Bir Al-Abed con un drammatico bilancio di morti e feriti.
Nella comune lotta contro il terrorismo e l’estremismo religioso – nemici esiziali della libera espressione del culto – l’Egitto potrà contare sempre sul determinato sostegno dell’Italia.
Giungano a lei, Signor Presidente, al popolo egiziano e alle famiglie delle numerosissime vittime le espressioni del più sentito cordoglio degli italiani tutti, unitamente a un sincero augurio di ristabilimento per i feriti. »

Roma, 24 novembre 2017

Tratto da www.quirinale.it.
L’utilizzazione, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali, degli elementi multimediali e del patrimonio iconografico e simbolico del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica e degli Uffici e Servizi ad esso connessi, disponibili su questo sito, sono autorizzate esclusivamente nei limiti in cui le stesse avvengano nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Il Presidente Mattarella ha ricevuto una delegazione della Società Italiana di Chirurgia Cardiaca

C o m u n i c a t o

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale una delegazione della Società Italiana di Chirurgia Cardiaca (SICCH), guidata dal Presidente, Francesco Musumeci, in occasione del 50° anniversario di fondazione della Società.

Roma, 24 novembre 2017

Tratto da www.quirinale.it.
L’utilizzazione, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali, degli elementi multimediali e del patrimonio iconografico e simbolico del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica e degli Uffici e Servizi ad esso connessi, disponibili su questo sito, sono autorizzate esclusivamente nei limiti in cui le stesse avvengano nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Messaggio del Presidente Mattarella per i 70 anni di CONFAPI

C o m u n i c a t o

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Presidente della Confederazione Italiana Piccola e Media Industria Privata, Maurizio Casasco, il seguente messaggio:

«Rivolgo un cordiale saluto a tutti gli intervenuti in occasione della celebrazione dei 70 anni di Confapi, organizzazione che raccoglie piccole e medie imprese private, realtà portante del tessuto economico del nostro Paese, un bene comune da tutelare e incoraggiare. Una storia, quella di Confapi, che ha accompagnato i decenni di sviluppo della Repubblica.

Dopo anni di difficoltà, la ripresa economica si va diffondendo, sia pure facendo registrare differenze tra settori, territori e dimensioni d’impresa. In particolare, la difficoltà di accedere al credito rappresenta ancora un ostacolo all’espansione della crescita per le PMI, protagoniste di primo piano nella creazione di posti di lavoro nel nostro sistema produttivo.

Rimangono, dunque, fondamentali, per affrontare la quarta rivoluzione industriale, gli strumenti di agevolazione nell’accesso al credito e gli incentivi pubblici per finanziare gli investimenti necessari.

Le sfide della trasformazione digitale richiedono competenze aggiornate e strumenti adeguati.

In questa delicata fase di transizione, imprese e istituzioni sono chiamate a fare la loro parte, dando vita a un sistema infrastrutturale più efficiente, incluso lo sviluppo della rete per la connettività a banda larga, ad un sistema formativo integrato, ad una ricerca diffusa.

Sono fiducioso che le realtà che voi rappresentate sapranno contribuire con passione e determinazione a uno sviluppo sostenibile, basato su innovazione e lavoro di sempre maggior qualità.

Con questo spirito invio a tutti un sentito augurio di buon lavoro».

Roma, 24 novembre 2017

Tratto da www.quirinale.it.
L’utilizzazione, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali, degli elementi multimediali e del patrimonio iconografico e simbolico del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica e degli Uffici e Servizi ad esso connessi, disponibili su questo sito, sono autorizzate esclusivamente nei limiti in cui le stesse avvengano nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Cambio della Guardia d’Onore al Palazzo del Quirinale del 26 novembre 2017

C o m u n i c a t o

Domenica 26 novembre 2017 alle ore 16.00 si terrà il tradizionale cambio della Guardia d’Onore al Palazzo del Quirinale, al termine del quale la Banda dell’Aeronautica Militare eseguirà un concerto di cui si indica il programma:

M.Fabrizio/G.Morra: I Migliori Anni (marcia);
L. Clark: Cartoon Symphony;
G.Todrani/E.Ramazzotti: Come Saprei (marcia);
G. Rossini: Allegro dal "Guglielmo Tell";
A. Di Miniello: Marcia d’Ordinanza AM.

Roma, 24 novembre 2017

Tratto da www.quirinale.it.
L’utilizzazione, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali, degli elementi multimediali e del patrimonio iconografico e simbolico del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica e degli Uffici e Servizi ad esso connessi, disponibili su questo sito, sono autorizzate esclusivamente nei limiti in cui le stesse avvengano nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Messaggio del Presidente Mattarella in occasione del "Festival della Dottrina sociale"

C o m u n i c a t o

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del Festival della Dottrina sociale ha inviato al Coordinatore del Festival, Mons. Adriano Vincenzi, il seguente messaggio:

«Desidero rivolgere un caloroso saluto e un augurio di buon lavoro ai partecipanti e a quanti hanno reso possibile la settima edizione del Festival della Dottrina sociale.

I temi affrontati nei quattro giorni di dibattito rappresentano un’agenda rilevante per il futuro del Paese. Dal tema dei territori a quello delle emergenze sociali, al valore dell’associazionismo per la coesione del Paese, il vostro dibattito contribuirà in modo positivo alla vita democratica della Repubblica.

Viviamo un tempo di cambiamenti profondi, e non dobbiamo averne timore, quanto, piuttosto, impegnarci per guidarli, restando, appunto sempre fedeli ai valori costituzionali. L’impegno personale e di gruppo deve puntare alla condivisione, aspirando a una società inclusiva e a uno sviluppo più attento alla persona.

Esprimo apprezzamento per un’iniziativa che incoraggi i giovani a partecipare al cambiamento del nostro Paese in nome del bene comune, sviluppando modelli ancorati a virtù civiche, consolidando reti di solidarietà e di comunità, promuovendo l’equità».

Roma, 23 novembre 2017

 

Tratto da www.quirinale.it.
L’utilizzazione, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali, degli elementi multimediali e del patrimonio iconografico e simbolico del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica e degli Uffici e Servizi ad esso connessi, disponibili su questo sito, sono autorizzate esclusivamente nei limiti in cui le stesse avvengano nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Messaggio del Presidente Mattarella in occasione del Seminario "Fermare la violenza contro le donne. Insieme si può fare"

C o m u n i c a t o

 

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del Seminario "Fermare la violenza contro le donne. Insieme si può fare", promosso dalla Commissione Parlamentare d’inchiesta sul femminicidio, nonchè su ogni forma di violenza di genere, ha inviato il seguente messaggio:

«Ogni aggressione, ogni vessazione diretta ai danni di ogni donna, espressioni dell’idea primitiva che le donne non abbiano il diritto di realizzarsi e di decidere per se stesse, è una violenza di genere e una violazione della dignità della persona.

Contro questo atteggiamento l’intera comunità deve sapersi opporre fermamente.

Di fronte alle intollerabili manifestazioni di violenza è, infatti, l’intera società ad uscirne offesa; eliminare completamente il fenomeno è un obiettivo fondamentale di un Paese civile.

La violenza va prevenuta in ogni suo aspetto, a partire da quella che si sviluppa tra le mura domestiche e anche il linguaggio ha un ruolo centrale e i mass media una responsabilità particolare: non potrà mai essere consentito accettare che un’aggressione alla propria compagna possa essere definita delitto "passionale". Un atto brutale non può nascondersi dietro un alibi di tipo sentimentale.

Le modifiche normative degli ultimi anni hanno consentito alle Forze dell’ordine e alla magistratura di realizzare un’azione di repressione più efficace rispetto al passato.

La prevenzione dei delitti contro le donne va, tuttavia, perfezionata, a partire dalla delicata fase successiva alla denuncia, per arrivare a cogliere, ad esempio, gli indici della violenza nelle condotte che precedono gli atti persecutori, non sempre facilmente identificabili.

Nel prendere atto, positivamente, dell’iniziativa voluta dal Parlamento con l’istituzione di questa Commissione Parlamentare, auspico che, dall’ incontro odierno, emergano utili riflessioni e indicazioni anche sul dramma delle donne migranti vittime di violenza, un fenomeno caratterizzato da specifiche tragicità».

 

Roma, 23 novembre 2017

Tratto da www.quirinale.it.
L’utilizzazione, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali, degli elementi multimediali e del patrimonio iconografico e simbolico del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica e degli Uffici e Servizi ad esso connessi, disponibili su questo sito, sono autorizzate esclusivamente nei limiti in cui le stesse avvengano nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Il Presidente Mattarella ha ricevuto i partecipanti al Convegno "Mecenati del XXI secolo"

C o m u n i c a t o

 

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale i partecipanti al programma "Mecenati del XXI secolo", sviluppato con il patrocinio di Mibact, Confindustria Cultura, ABI, LUISS e Museimpresa per valorizzare le migliori iniziative istituzionali, aziendali e private a sostegno dell’arte.

L’ incontro si è aperto con l’introduzione dell’Amministratore delegato della Sogin S.p.A., Luca Desiata.

Sono quindi intervenuti il Presidente e Amministratore delegato del Brand Fiat Gruppo FCA, Oliver François, l’Amministratore delegato di Assicurazioni Generali S.p.A., Philippe Donnet, il Presidente emerito di Banca Intesa, Giovanni Bazoli e il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.

La cerimonia si è conclusa con il saluto del Presidente Mattarella.

Roma, 22 novembre 2017

 

Tratto da www.quirinale.it.
L’utilizzazione, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali, degli elementi multimediali e del patrimonio iconografico e simbolico del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica e degli Uffici e Servizi ad esso connessi, disponibili su questo sito, sono autorizzate esclusivamente nei limiti in cui le stesse avvengano nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.