classicistranieri.com

We are not Charlie and we will never be.

Francesco Petrarca – Pien d’un vago penser che me desvia

Easy Plugin for AdSense by Unreal Pien d’un vago penser che me desvia da tutti gli altri, et fammi al mondo ir solo, ad or ad ora a me stesso m’involo pur lei cercando che fuggir devria; et veggiola passar sí dolce et ria che l’alma trema per levarsi a volo, tal d’armati sospir’ conduce […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Amor mi manda quel dolce pensero

Amor mi manda quel dolce pensero che secretario anticho è fra noi due, et mi conforta, et dice che non fue mai come or presto a quel ch’io bramo et spero. Io, che talor menzogna et talor vero ò ritrovato le parole sue, non so s’i’ ‘l creda, et vivomi intra due, né sí né […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Quando Amor i belli occhi a terra inchina

Quando Amor i belli occhi a terra inchina e i vaghi spirti in un sospiro accoglie co le sue mani, et poi in voce gli scioglie, chiara, soave, angelica, divina, sento far del mio cor dolce rapina, et sí dentro cangiar penseri et voglie, ch’i’ dico: Or fien di me l’ultime spoglie, se ‘l ciel […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – S’i’ fussi stato fermo a la spelunca

S’i’ fussi stato fermo a la spelunca là dove Apollo diventò profeta, Fiorenza avria forse oggi il suo poeta, non pur Verona et Mantoa et Arunca; ma perché ‘l mio terren piú non s’ingiunca de l’humor di quel sasso, altro pianeta conven ch’i’ segua, et del mio campo mieta lappole et stecchi co la falce […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Come ‘l candido pie’ per l’erba fresca

Come ‘l candido pie’ per l’erba fresca i dolci passi honestamente move, vertú che ‘ntorno i fiori apra et rinove, de le tenere piante sue par ch’esca. Amor che solo i cor’ leggiadri invesca né degna di provar sua forza altrove, da’ begli occhi un piacer sí caldo piove ch’i’ non curo altro ben né […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Or che ‘l ciel et la terra e ‘l vento tace

Or che ‘l ciel et la terra e ‘l vento tace et le fere e gli augelli il sonno affrena, Notte il carro stellato in giro mena et nel suo letto il mar senz’onda giace, vegghio, penso, ardo, piango; et chi mi sface sempre m’è inanzi per mia dolce pena: guerra è ‘l mio stato, […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Amor, che vedi ogni pensero aperto

Amor, che vedi ogni pensero aperto e i duri passi onde tu sol mi scorgi, nel fondo del mio cor gli occhi tuoi porgi, a te palese, a tutt’altri coverto. Sai quel che per seguirte ò già sofferto: et tu pur via di poggio in poggio sorgi, di giorno in giorno, et di me non […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Lieti fiori et felici, et ben nate herbe

Lieti fiori et felici, et ben nate herbe che madonna pensando premer sòle; piaggia ch’ascolti sue dolci parole, et del bel piede alcun vestigio serbe; schietti arboscelli et verdi frondi acerbe, amorosette et pallide vïole; ombrose selve, ove percote il sole che vi fa co’ suoi raggi alte et superbe; o soave contrada, o puro […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – O passi sparsi, o pensier’ vaghi et pronti

O passi sparsi, o pensier’ vaghi et pronti, o tenace memoria, o fero ardore, o possente desire, o debil core, oi occhi miei, occhi non già, ma fonti! O fronde, honor de le famose fronti, o sola insegna al gemino valore! O faticosa vita, o dolce errore, che mi fate ir cercando piagge et monti! […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Amor et io sí pien’ di meraviglia

Amor et io sí pien’ di meraviglia come chi mai cosa incredibil vide, miriam costei quand’ella parla o ride che sol se stessa, et nulla altra, simiglia. Dal bel seren de le tranquille ciglia sfavillan sí le mie due stelle fide, ch’altro lume non è ch’infiammi et guide chi d’amar altamente si consiglia. Qual miracolo […]

more... »

gio, maggio 28 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati