Dante Alighieri – Non v’accorgete voi d’un che si smore

Non v’accorgete voi d’un che si smore
e va piangendo, sì si disconforta?
Io prego voi, se non vi sete accorta,
che lo miriate per lo vostro onore.
E’ si va sbigottito, in un colore
che ‘l fa parere una persona morta
con tanta pena che ne li occhi porta,
che di levarli già non ha valore.
E quando alcun pietosamente ‘l mira,
lo cor di pianger tutto li si strugge,
e l’anima sen dol sì che ne stride:
e se non fosse ch’elli allor si fugge,
sì alto chiama voi quand’ei sospira
ch’altri direbbe: «Or sappiam chi l’ancide».