Dante Alighieri – Sonetto, se Meucciol t’è mostrato

Sonetto, se Meucciol t’è mostrato,
così tosto ‘l saluta come ‘l vedi,
e va correndo e gittaliti a’ piedi,
sì che tu paie bene accostumato.
E quando se’ con lui un poco stato,
anche ‘l risalutrai, non ti ricredi;
e poscia a l’ambasciata tua procedi,
ma fa’ che ‘l tragghe prima da un lato;
e di’: “Meuccio, que’ che t’ama assai
de le sue gioie più care’ ti manda,
per accontarsi al tu’ coraggio bono”.
Ma fa che prenda per lo primo dono
questi tuo’ frati, e a lor sì comanda
che stean con lui e qua non tornin mai.