Diluvio Lazio sul Milan

di redazione

Il Milan cinese cade sotto la pioggia dell’Olimpico. Pioggia reale e di gol. Il 4-1 subìto per mano della Lazio dimostra che il progetto rossonero è ancora in fase di costruzione. Il mercato estivo – forse fin troppo esaltato – ha portato tanti giocatori che insieme ancora non formano una squadra. Montella ha molto da lavorare e, probabilmente, per farlo con serenità dovrebbe ridimensionare le aspettative create dalla nuova proprietà nella tifoseria.

Discorso diverso in casa Lazio. I biancocelesti sono una squadra rodata (rispetto alla formazione dell’anno scorso l’unica novità è Lucas Leiva) e in questo momento possono contare su un Immobile in stato di grazia. Contro i rossoneri, l’attaccante campano realizza una tripletta e un assist per Luis Alberto, oltre a sacrificarsi con una corsa estenuante per tutto il campo.

Per un Milan che piange c’è un Inter che ride. A San Siro, contro la Spal, i nerazzurri vincono la terza partita di fila e acciuffano la Juventus (vittoriosa sabato per 3-0 sull Chievo) in cima alla classifica a punteggio pieno. Il 2-0 della squadra di Spalletti è figlio di un rigore del solito Icardi (assegnato dal Var) e di un eurogol di Perisic, che scarica al volo una bordata sotto l’incrocio.

Sale a 9 punti anche il Napoli, superando 3-0 il Bologna nel posticipo di giornata. Gli emiliani hanno tre limpide occasioni per passare in vantaggio, poi nella ripresa il gol di Callejon fa decollare la squadra di Sarri, a segno anche con Mertens e Zielinski.

Rialza la testa la Fiorentina, conquistando i primi 3 punti della stagione con un 5-0 sul Verona. Avvio travolgente per la squadra di Pioli, che mette a segno tre gol nei primi 24 minuti con Simeone, Théréau (su rigore) e Astori. Nella ripresa a segno Veretout e Dias.

Buona reazione dell’Atalanta, che come la viola cancella lo zero dalla casella dei punti. I bergamaschi vincono 2-1 in rimonta sul Sassuolo: dopo il vantaggio neroverse firmato da Sensi, gli 11 di Gasperini ribaltano il risultato con le reti di Petagna e Cornelius. Gli emiliani sfiorano il pari nel finale ma Berisha chiude la porta.

Si aggiungono al club dei primi 3 punti stagionali pure l’Udinese e il Cagliari, entrambe con risultati di misura. I friulani passano sul Genoa grazie a un gol segnato dal centrocampista ceco Jankto al 15esimo del primo tempo. Poi l’espulsione di Bertolacci e l’infortunio di Lapadula azzoppano il Grifone, che non riesce a reagire. I sardi invece battono in casa il Crotone con una rete di Sau e festeggiano così l’esordio nel nuovo stadio.

Notte fonda per il Benevento, che malgrado gli sforzi commoventi non riesce ancora a portare a casa il suo primo punto in Serie A. Stavolta le streghe perdono in casa contro il Torino: 0-1, rete di Iago Falque. Nonostante tutto, quella della neopromossa è stata una buona prova, soprattutto grazie al contributo nel primo tempo di Ciciretti e Coda.

Tratto da altrenotizie.orgTutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l’autore e la fonte.

Lascia un commento