Dunkirk

di Sara Michelucci

Christopher Nolan fa di nuovo centro con il nuovo film Dunkirk. Non si tratta della solita pellicola di guerra, ma di qualcosa che va ben oltre il semplice racconto di fatti drammatici. Un mix perfetto di immagini e suoni, di luci ed ombre, di emozioni forti e contrastanti che mettono lo spettatore di fronte a un lavoro impeccabile dal punto di vista sia estetico che narrativo. Il cast a sua volta fa la differenza e rafforza ancora di più la storia.

Il racconto è ambientato durante la seconda guerra mondiale e si incentra sulla evacuazione di Dunkerque. Dopo l’invasione della Francia da parte della Germania nazista, migliaia di soldati alleati si sono ritirati sulle sue spiagge e, circondati dall’esercito tedesco, aspettano di essere evacuati.

Il film è strutturato lungo tre linee narrative, ognuna ambientata in un determinato arco temporale. Si inizia sulla terraferma e il tutto si svolge nell’arco di una settimana; poi ci si sposta in mare e il racconto copre un giorno intero; infine l’ultima sessione percorre un’ora di tempo e ha luogo nei cieli.

Le tre linee narrative si intrecciano secondo uno sviluppo non lineare che ripropone metaforicamente il caos generato dalla guerra. Ma oltre lo stile non manca di emozionare il film di Nolan, che sa dosare appieno sentimenti e fatti, senza trascurare di andare a fondo dei singoli personaggi, mostrando una umanità segnata e in cerca di riscatto.

Dunkirk (Usa, Gran Bretagna, Francia, 2017)
REGIA: Christopher Nolan
ATTORI: Tom Hardy, Cillian Murphy, Mark Rylance, Kenneth Branagh, James D’Arcy, Harry Styles, Aneurin Barnard, Jack Lowden, Barry Keoghan, Fionn Whitehead, Charley Palmer Rothwell, Elliott Tittensor, Brian Vernel, Kevin Guthrie
DISTRIBUZIONE: Warner Bros.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tratto da altrenotizie.orgTutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l’autore e la fonte.

Lascia un commento