Federico Bertozzi, La Regina dei banditi. Vita e morte di Phoolan Devi.

Figura leggendaria e controversa, pressoché sconosciuta al pubblico europeo, Phoolan Devi incarnò la donna-guerriera nell’India contemporanea. Nata nel 1963 in una famiglia di pescatori mallah, agli ultimi scalini della scala sociale indiana, viene emarginata per il suo spirito ribelle e selvaggio. Dopo un’infanzia di violenze e sopraffazioni, a sedici anni è a capo di una banda di dacoit (banditi) nelle Gole del Chambal. La sua imprendibilità costringe un governo alle dimissioni, la sua immagine di difensore dei diritti degli oppressi entra nell’immaginario popolare e viene paragonata alla leggenda occidentale di Robin Hood. Nel 1983 patteggia la resa col governo e migliaia di persone convergono alla cerimonia ufficiale. Dopo undici anni di carcere viene eletta per due legislature in Parlamento, fino a essere assassinata nel 2001, a soli trentotto anni.

——————
Federico Bertozzi, La Regina dei banditi. Vita e morte di Phoolan Devi.
Racconto per uno spettacolo di Mutamenti Compagnia Laboratorio.
Millelire Stampa Alternativa, Edizione Speciale per il IV° Festival Internazionale della Letteratura Resistente (Pitigliano/Elmo di Sorano, 8/10-9-2006).
—————–

L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons
Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate

Il testo integrale viene diffuso in formato RTF (compresso con ZIP, 3,6MB) e formato PDF (430KB) — quest’ultimo richiede Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Download (PDF, 430KB)