Francesco Petrarca – Vinse Hanibàl, et non seppe usar poi

Vinse Hanibàl, et non seppe usar poi
ben la vittorïosa sua ventura:
però, signor mio caro, aggiate cura,
che similmente non avegna a voi.

L’orsa, rabbiosa per gli orsacchi suoi,
che trovaron di maggio aspra pastura,
rode sé dentro, e i denti et l’unghie endura
per vendicar suoi danni sopra noi.

Mentre ‘l novo dolor dunque l’accora,
non riponete l’onorata spada,
anzi seguite là dove vi chiama

vostra fortuna dritto per la strada
che vi può dar, dopo la morte anchora
mille et mille anni, al mondo honor et fama.