Gabriele Polo

Gabriele Polo (San Canzian d’Isonzo, 4 settembre 1957) è un giornalista italiano, è stato direttore del quotidiano il manifesto dal 2003 al giugno 2009, diventandone poi direttore editoriale, oltre che commentatore e inviato fino al 31 dicembre 2012, quando – in seguito al cambio di proprietà, dopo la liquidazione del “manifesto cooperativa editoriale” – ha lasciato il quotidiano, per lavorare come freelance. In gioventù è militante di Lotta Continua e poi tra i promotori nei primi anni ’80 del gruppo Lotta Continua per il Comunismo. Inizia la sua collaborazione al manifesto nel 1988. Sotto la sua direzione il manifesto affronta due momenti molto salienti della sua storia.

Nel 2005 viene rapita in Iraq una sua giornalista, Giuliana Sgrena, ed il quotidiano s’impegna nella campagna per la sua liberazione. Sarà poi Polo, a liberazione avvenuta, ad avvisare la redazione della morte di Nicola Calipari, il funzionario del SISMI caduto durante l’operazione di liberazione della Sgrena.

Nel 2006 il giornale entra in una forte crisi economica, ed inizia la lotta per la sua sopravvivenza chiedendo aiuto a tutta la sinistra, realizzando una sottoscrizione popolare che in pochi mesi raccoglie oltre un milione e 800.000 euro[senza fonte]. Tra le iniziative promosse una raccolta di icone sulla storia del comunismo, L’album di famiglia. All’interno di queste operazioni di rilancio del quotidiano, dal 6 giugno 2008, il manifesto esce con una nuova veste grafica introducendo il colore nella sua prima pagina.

Fino al 31 dicembre 2012 la cooperativa del manifesto ha attuato una politica salariale egualitaria, perciò anche il direttore guadagnava quanto un qualsiasi componente del giornale, 1470 euro al mese, nel 2006.[1]

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Gabriele Polo, I tamburi di Mirafiori, Cric, 1989
  • Gabriele Polo – Marco Revelli, Fiat, i relegati di reparto, Massari, 1993
  • Gabriele Polo – Claudio Sabattini, Restaurazione italiana. Fiat, la sconfitta operaia del 1980: alle origini della controrivoluzione liberista, Manifestolibri, 2000 ISBN 887285220X. Seconda edizione, L’ancora del Mediterraneo, 2010
  • Gabriele Polo, Il mestiere di sopravvivere, Editori Riuniti, 2000 ISBN 8835948096
  • Gabriele Polo, “Diciottesimo parallelo, la ripresa del conflitto sociale in Italia”, Manifestolibri, 2002
  • Gabriele Polo, Ritorno di Fiom. Gli operai, la democrazia e un sindacato particolare, Manifestolibri, 2011 ISBN 9788872856871.
  • Gabriele Polo, Affondata sul lavoro, Ediesse, 2013 ISBN 9788823017344.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bernardo Iovene, Il finanziamento quotidiano, Report, 27 maggio 2007



This article uses material from the Wikipedia article Gabriele Polo, which is released under the Creative Commons Attribution-Share-Alike License 3.0.