Giampiero Gramaglia

Giampiero Gramaglia (Saluzzo, 22 giugno 1950) è un giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizia la carriera di giornalista nel 1972 con alcuni quotidiani locali, come Provincia Pavese. Nel 1979 diviene corrispondente da Bruxelles della Gazzetta del Popolo. Nel 1980 entra a far parte dell’ANSA, e nel 1984 diventa il direttore della sede di Bruxelles dell’agenzia, all’interno della quale svolgerà tutta la sua carriera giornalistica divenendo prima caporedattore, poi responsabile delle redazioni estere e nel 1997 vicedirettore con delega alle redazioni estere. Nel 1999 dirige l’ufficio dell’ANSA a Parigi e dal 2000 l’ufficio dell’ANSA a Washington fino al 2006, anno in cui è nominato direttore responsabile dell’agenzia. La dirigenza della nota agenzia di stampa, termina nel 2009, quando Gramaglia diviene editorialista de Il Fatto Quotidiano. Contestualmente, diventa anche consigliere per le comunicazione dell’Istituto Affari Internazionali. Dal 4 ottobre 2010 al luglio 2011, ricopre la carica di direttore dell’Agence Europe. Dal febbraio dell’anno successivo e fino al 31 marzo 2013 è direttore editoriale de L’Indro. Attualmente, è direttore di Euractiv.it, portale italiano di Euractiv.com, media online dedicato alle politiche europee.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Gramaglia è sposato con Elysa Fazzino, giornalista de Il sole 24 ore. Dal matrimonio con la donna, Gramaglia ha avuto due figli: Chiara e Luca[1].

Libri[modifica | modifica sorgente]

  • Lorenzo Natali in Europa: ricordi e testimonianze, Istituto Affari Internazionali, 2010
  • Complici. La relazione pericolosa tra l’Italia e il Regime di Gheddafi, Editori Riuniti, 2011
  • Tutti i rivali del presidente, Editori Riuniti, 2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Curriculum Vitae su Istituto Affari Internazionali
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie



This article uses material from the Wikipedia article Giampiero Gramaglia, which is released under the Creative Commons Attribution-Share-Alike License 3.0.