Gianni Alfani – Se quella donna ched i’ tegno a mente

Se quella donna ched i’ tegno a mente
atasse il su’ servente,
i’ sare’ ribandito ora a Natale;
ma i’ son certo che non le ne cale!
Però, parole nate di sospiri
ch’escon del pianto che mi fende ‘l core,
sappiate ben contar de’ miei martiri
la chiave, che vi serra ogni dolore,
a quelle donne c’hanno il cor gentile:
sì che, parlando umìle,
prieghin colei per cui ciascuna vale
che faccia tosto il mi’ pianto mortale.
S’ella fa lor questa grazia ch’i’ cheggio,
colu’ che pel mi’ peggio
non lascia partir l’anima dal male,
perderà quella pruova dove sale.