Girolamo Tiraboschi – Storia della letteratura italiana – Tomo VI – Parte II: Dall’anno MCD fino all’anno MD – PDF

“Se i progressi delle scienze corrispondessero sempre al numero de’ loro coltivatori, la medicina dovrebbe credersi in questo secol salita alla maggior perfezione a cui essa possa arrivare: tanti furon coloro i quali in quest’arte si esercitarono, e cercarono di illustrarla co’ loro libri. Nondimeno, se vogliam giudicarne sinceramente, ci è forza di confessare che le cognizioni degli uomini in questo genere di scienza non si stesero molto oltre a que’ confini a cui ne’ secoli precedenti altri eran già pervenuti. Qualche nuova scoperta però si fece, e qualche nuova luce si aggiunse alle ricerche già fatte. E que’ medesimi che altro non fecero che compilare le osservazioni de’ lor maggiori, debbonsi ciò non ostante lodare, perchè in tal modo le renderon più note, e stimolarono altri a tentar cose nuove. Noi verrem qui ragionando non già di tutti coloro che o professaron quest’arte, o in essa scrissero qualche libro; che troppo lunga, e per riguardo a questa storia, troppo inutil fatica sarebbe questa. Ci basterà lo scegliere quelli de’ quali veggiamo farsi più elogi, e quelli le cui opere sono ancor di qualche vantaggio a’ professori di questa scienza.”

da: www.liberliber.it

Download (PDF, 1.73MB)