Il giornalismo che vorreste: Valigia Blu propone un questionario per capire il futuro dell’informazione

indagine-valigiabluValigia Blu ha lanciato un’indagine per capire capire come ci si informa, e quali siano le  aspettative, le priorità informative, i canali utilizzati, gli argomenti che più interessani. L’indagine, che non vuole avere valore statistico, sarà aperta fino al 5 agosto. Successivamente saranno presentati i dati più interessanti, come elemento per la riflessione pubblica.

Quale giornalismo vorrebbero le persone che frequentano e fanno parte della comunità di Valigia Blu? E più in generale, quale giornalismo vorrebbero gli italiani? La nostra piccola redazione diffusa se lo chiede quasi ogni giorno, nel tentativo di offrire un servizio di qualità sia nella produzione e selezione /aggregazione dei contenuti sia nel rapporto con chi partecipa attivamente con i propri commenti, condividendo il proprio sapere ed esprimendo la propria opinione e contribuendo così ad arricchire l’informazione che proponiamo.

Allo stesso tempo siamo consapevoli che le analisi e i brainstorming tra di noi non possono bastare. Vogliamo parlare con più persone possibili, vogliamo ricevere consigli e vogliamo misurare la nostra “linea editoriale” per il futuro anche sulla base delle esigenze e aspettative di chi ci segue.

Abbiamo perciò creato un’indagine, dal titolo “il giornalismo che vorresti”, per provare a rispondere, tutti insieme, a queste domande: le priorità informative, i canali utilizzati, gli argomenti che vorresti vedere di più e di meno. Abbiamo bisogno del tuo contributo: pochi minuti per compilare un piccolo questionario. L’indagine, che non ha valore statistico, sarà aperta fino al 5 agosto. Successivamente presenteremo i dati più interessanti, come elemento per la riflessione pubblica.

 

Tratto da: www.lsdi.it
I contenuti originali di questo sito sono rilasciati in base alla licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 3.0 (escluso ove diversamente indicato e/o riguardo le specifiche fonti citate).

Lascia un commento