Loris Mazzetti

Loris Mazzetti dietro il filo spinato a Raiperunanotte, nel 2010

Loris Mazzetti (Bologna, 12 aprile 1954) è un giornalista, regista, scrittore e docente italiano, storico collaboratore di Enzo Biagi.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Comincia a lavorare in Rai nel 1980 firmando la regia di “L’Offensiva della Linea Gotica” Realizza due film-tv: “Cantare la città” e “Effetti Personali”. Realizza due film-documentari: “Quel cinema degli Ambigui Anni Quaranta” e “Gli Occhi del Gigante”. È stato regista di numerosi programmi televisivi, come Il Fatto di Enzo Biagi, di eventi sportivi trasmessi dalla TV pubblica come Campionato del Mondo di Calcio (1990), Campionato del Mondo di Calcio Under 17 (1991), Coppa d’Africa (1992), Olimpiadi di Barcellona (1992). Fu capostruttura di Rai 1 fino al 2002, lascerà a causa di numerosi attriti con l’allora direttore di rete Fabrizio Del Noce. Attualmente è capostruttura di Rai 3 a Milano e responsabile di vari programmi come Che tempo che fa (dove è stato invitato più volte), nonché docente di “Teoria e tecnica del linguaggio televisivo” all’Università di Modena e Reggio Emilia. Nel 2010 realizza per Rai 3 la trasmissione in 4 puntate Vieni via con me presentata da Fabio Fazio e Roberto Saviano; la trasmissione si è rivelata uno straordinario successo di ascolti, ed ha avuto una sorta di spin-off su La7, Quello che (non) ho, anch’esso con ottimi ascolti. Nel marzo 2010 è stato sospeso per 10 giorni dalla Rai per aver pubblicato un articolo su Il Fatto Quotidiano, nel quale denunciava i mancati introiti derivanti dal non mettere in onda alcuni programmi come Ballarò e AnnoZero in campagna elettorale, ragion per cui nella trasmissione-manifestazione Raiperunanotte diretta da Michele Santoro ha partecipato stando per tutta la durata del programma dietro a una parete di filo spinato, simboleggiando il fatto che gli sarebbe stata tolta la libertà di parola. Per la sospensione ha avuto la solidarietà dei lavoratori Rai. Scrive per Il Fatto Quotidiano e sul sito online di questo è possibile leggere il suo blog.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Enzo Biagi, Loris Mazzetti, Quello che non si doveva dire, Milano, Rizzoli, 2006. ISBN 88-17-01310-2
  • Enzo Biagi, Loris Mazzetti, L’Italia del ‘900, Milano, Rizzoli, 2007.
  • Loris Mazzetti, “Il libro nero della Rai”, Milano, BUR, 2008.
  • Loris Mazzetti, La macchina delle bugie, Milano, BUR, 2009. ISBN 9788817025065
  • Enzo Biagi, Loris Mazzetti, “I quattordici mesi”, 2009, Rizzoli
  • Loris Mazzetti e Don Andrea Gallo, Sono venuto per servire, 2010, Aliberti Editore, ISBN 9788874247981
  • Loris Mazzetti e Paolo Rossi, “Sfotti il potere”, 2011, Aliberti Editore

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • Premio “Media Save Art ’91”, per Gli Occhi del Gigante
  • Premio “Paolo Giuntella 2010”, per gli articoli pubblicati su Il Fatto Quotidiano.[1]
  • Premio “Il Giullare 2011”, per la trasmissione Vieni via con me

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Paola Venanzi, A Loris Mazzetti il premio Paolo Giuntella 2010, Articolo 21. URL consultato il 6-12-2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Blog su Il Fatto Quotidiano



This article uses material from the Wikipedia article Loris Mazzetti, which is released under the Creative Commons Attribution-Share-Alike License 3.0.