Luca Scarselletta, Le architetture peer-to-peer: verso un equilibrio tra anarchia e controllo, 2006

Il P2P è positivo o dannoso? L’anima commerciale di Internet (che vorrebbe tutto per sè) e quella libertaria possono coesistere? Può esserci un equilibrio tra anarchia, tanto desiderata dagli utenti che considerano la rete “la terra di nessuno” e controllo, dall’alto, che a gran voce esigono i potenti? Queste le domande a cui tenta di rispondere Luca Scarselletta nella tesi con si è laureato alla Sapienza di Roma (2004-05). L’analisi muove dalla cronistoria del P2P, dagli usi principali nel presente e nel prossimo futuro, per affrontare via via le tematiche relative alla connessione, arrivando a dimostrare come «in realtà il file-sharing sia così negativo…[ma sia] qualcosa di rivoluzionario, tecnicamente inarrestabile, e soprattutto vantaggioso per le aziende, per il mercato e per gli utenti». senza tralasciare, infine, le proposte tese a raggiungere un equilibrio tra le forze sociali e di mercato — per un futuro condiviso.

————————
Luca Scarselletta, Le architetture peer-to-peer: verso un equilibrio tra anarchia e controllo, 2006
————————

L’opera viene rilasciata sotto la licenza Creative Commons
Attribuzione-Non Commerciale-Non opere derivate.

Il testo è in formato PDF poi in ZIP (2,8MB) — richiede Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Download (PDF, 3.32MB)