Niccola – L’alma e ‘l corpo tuo che si dolia

L’alma e ‘l corpo tuo che si dolia,
dolean del cor, sì com’io imaginai,
ch’avean perduto, e ito era, ben sai,
a quella che ricever nol volia:
e in ‘sto suo tornar, più non potia,
ch’ Amor lo perseguia – sempre mai,
dicendo: «In foco meo t’afinerai»;
e ‘l cor piangendo mercé li cheria.
E quell’era ‘l parlar dolent’e fioco,
che uscia del foco, – ch’auro affina e cole,
con’ face Amor al cor, per darli gioco.
Se sia soffrente, non serà già fola
ch’él del passo il trarrà di Malamoco
e questa è la risposta di Niccola.