Paolo Lanfranchi – De la rota son posti essempli assai

De la rota son posti esempli assai,
che gira e volge e non dimora in loco,
e mette in bono stato quel c’ha poco,
al poderoso dà tormenti e guai.
Or’ a che no’ tel pensi, po’ tu ‘l sai
che piccola favi]la fa gran foco?
non t’allegrare troppo né dar gran gioco,
che non se’ certo come fenirai.
Se alcun è che tu veggi in malo stato,
in quel medesmo tu pòi avenire,
ch’a te né lui Dio non l’ha giurato.
Aggio veduto per li tempi sire,
che la ventura l’ha si governato,
che piu che vita desira morire.

Lascia un commento