Paolo Lanfranchi – Quattr’omin son dipinti ne la rota

Quattr’ omin son dipinti ne la rota
per la ventura dello esemplo dato:
e l’altro sta di sopra incoronato,
e l’uno in su valentemente nota.
E ‘l terzo se tien le mani a la gota,
ed è villanamente trabucato,
e’l quarto sta di sotto riversato,
e d’ogni estremità li dà sua dota.
Io fui quel che là su andai montando
intorno intorno la rota girata,
e fui di sopra a tutto il mio comando;
poi la testa mi fo incoronata.
Or son caggiuto d’ogni ben in bando,
nel finimento de la mia giornata.

Lascia un commento