Pietro Bembo – Amor, la tua virtute

Amor, la tua virtute
Non è dal mondo e da la gente intesa,
Che, da viltate offesa,
Segue suo danno e fugge sua salute.
Ma se fosser tra noi ben conosciute
L’opre tue, come là dove risplende
Più del tuo raggio puro,
Camin dritto e securo
Prenderia nostra vita, che no ‘l prende,
E tornerian con la prima beltade
Gli anni de l’oro e la felice etade.