Pietro Bembo – Io vissi pargoletta in doglia e ‘n pianto

Io vissi pargoletta in doglia e ‘n pianto,
De le mie scorte e di me stessa in ira:
Or sì dolci pensieri Amor mi spira,
Ch’altro meco non è che riso e canto.
Arei giurato, Amor, ch’a te gir dietro
Fosse proprio un andar con nave a scoglio;
Così là ‘nd’io temea danno e cordoglio,
Utile scampo a le mie pene impetro.
Infin quel dì, che pria la punse Amore,
Andromeda ebbe sempre affanno e noia;
Poi ch’a Perseo si diè, diletto e gioia
Seguilla viva, e morta eterno onore.