Rabindranath Tagore – Il re della camera buia – PDF – Traduzione di Federico Verdinois

“Ogni paese, pare a me, ha il diritto di aggiustare i fatti suoi come piú gli garba. Quanto a strade, nel paese nostro, ebbene, fate conto che non ne esistano: vicoletti angusti e tortuosi, un vero labirinto di rotaie e trabocchetti. Al nostro Re non vanno a sangue i quartieri ariosi; per lui le strade sono altrettanti sfogatoi pei quali i sudditi gli possono sgusciar di mano. Qui è tutt’altra cosa. Nessuno vi caccia i bastoni tra le gambe, nessuno v’impedisce di andare dove meglio vi piace; e con tutto ciò non v’è nessuno che scappi via. Ad aver queste strade, il nostro paese si sarebbe spopolato in meno di niente.”

Download (PDF, 506KB)

da: www.liberliber.it
Creative Commons “Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale”, http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

(Visited 8 times, 1 visits today)

Commenti

commenti