Roma da record, Napoli frena, Juve seconda

di redazione

Napoli e Inter rallentano, Roma e Juve ne approfittano. Tra i risultati della domenica fa notizia soprattutto quello dei giallorossi, che al Franchi centrano la 12esima vittoria consecutiva in trasferta. A nessuno era mai riuscita un’impresa del genere nella storia della Serie A. I ragazzi di Di Francesco passano in vantaggio due volte nel primo tempo con una doppietta dell’esordiente Gerson, ma vengono raggiunti dalla Fiorentina prima con Veretout e poi con Simeone. Nella ripresa, però, i capitolini chiudono l’incontro con le reti di Manolas e Perotti. I giallorossi, che devono ancora recuperare la partita contro la Sampdoria, salgono così a 24 punti, a -4 dai cugini della Lazio, la cui gara all’Olimpico contro l’Udinese è stata rinviata a data da destinarsi causa pioggia.

Vince anche la Juventus, ma facendo molta più fatica del previsto. L’inerme Benevento, fin qui vittima sacrificale del Campionato con i suoi 0 punti, doveva fare la figura dello schiavo gettato ai leoni dello Stadium, ma così non è stato. Anzi: i campani sono riusciti perfino a chiudere in vantaggio la prima frazione grazie a una punizione vincente di Ciciretti e a resistere fin quasi all’ora di gioco. Poi la Signora ha ristabilito la normalità ribaltando il risultato con Higuaìn e Cuadrado. Un punteggio comunque più che onorevole per il Benevento, che, pur continuando a perdere, da qualche settimana sta dando segnali di ribellione.

I bianconeri arrivano a 31 punti in classifica e si riprendono la seconda posizione in solitaria scavalcando l’Inter, a quota 30 dopo il pareggio interno contro il Torino. A San Siro gli ospiti passano in vantaggio con Iago Falque, ma vengono raggiunti dai nerazzurri con Eder, a segno su assist di Icardi. Vecino colpisce la traversa nel finale, ma il risultato non cambia più. La squadra di Spalletti perde così l’occasione di raggiungere il Napoli in vetta alla classifica e si ritrova addirittura terza.

Nel frattempo, infatti, anche la corazzata invincibile di Sarri compie il primo vero passo falso del suo Campionato. Se lo 0-0 di qualche settimana fa contro l’Inter poteva essere un risultato comunque positivo per gli azzurri, altrettanto non si può dire del pareggio a reti bianche rimediato in casa del Chievo, che torna a fare punti dopo due sconfitte consecutive. I veneti devono ringraziare soprattutto il portiere Sorrentino, eroico nello sventare le molte occasioni costruite dall’attacco napoletano. Per Sarri è il primo pareggio dopo 9 vittorie consecutive in trasferta.

In zona Europa continua il sogno della Sampdoria, sesta con 23 punti dopo la vittoria per 2-0 nel derby della lanterna (reti di Ramirez e Quagliarella). Si mette invece davvero male per il Genoa e la panchina di Juric traballa. Il Grifone è terzultimo con 6 punti, gli stessi del Verona, e vede allontanarsi di altre 3 lunghezze Cagliari e Crotone, entrambe a quota 12 dopo le rispettive vittorie contro Hellas (2-1, Ceppitelli e Faragò rispondono a Zuculini) e Bologna (3-2 con doppietta di Budimir e gol su rigore di Trotta, che vanificano la storica doppietta di Verdi, a segno su punizione con entrambi i piedi).

Fa punti anche la Spal, che pareggia sul campo dell’Atalanta. Cristante porta in vantaggio i bergamaschi dopo 23 minuti e Rizzo pareggia nella ripresa. Nel finale, con i bergamaschi in 10 (rosso a Freuler), grandi occasioni per i ferraresi salvate da Berisha.

Nel posticipo di giornata il Milan batte 2-0 il Sassuolo e salva (per il momento) la panchina di Montella.

Tratto da altrenotizie.orgTutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l’autore e la fonte.

Lascia un commento