Simone della Volta – Tullia, mostro (?), miracolo, Sibilla

Tullia, mostro (?), miracolo, Sibilla,
di cui si maraviglia il mondo e gode:
mar di saver, che non ha fondo o prode,
e mena l’onda sua lieta e tranquilla.

Da cui si dolce umor, si chiaro stilla
di virtu vera ch’oggi rado s’ode:
cui non guasta fortuna, o ‘l tempo rode;
men che quelle di Saffo e di Camilla.

Ma che dico io? Il vostro alto valore
non si puo comparare a cosa alcuna:
perche non che ‘l poter, passa il disio.

Chi vuol vivo vedere in terra amore,
divin, pien di virtu, miri quest’una,
vera amica de gli angioli e di Dio.

Lascia un commento