classicistranieri.com

We are not Charlie and we will never be.

Giosuè Carducci – Odi Barbare – PDF

Easy Plugin for AdSense by Unreal

more... »

mar, novembre 12 2013 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Giosuè Carducci – La libertà perpetua di San Marino

I. Sia fausto e glorioso ai figli e nepoti lontani come a noi è sacro e felice questo giorno nel quale apriamo alla solennità degli officii la sede nova della repubblica. Mentre genti e governi d’Europa ondeggiano in tempesta di pensieri, d’eventi, d’aspettazioni; mentre un sordo brontolio sotterraneo par minacciare le fondamenta stesse della civiltà: […]

more... »

mer, agosto 8 2012 » Senza categoria » No Comments

Giosuè Carducci – Adolescenza e gioventù poetica del Foscolo

I. In questa edizione le poesie del Foscolo, liriche e satiriche, originali e tradotte, edite e inedite, con varianti e illustrazioni d’ogni maniera, tengono 485 pagine; e sono distribuite in quattro parti: 1) pubblicate da esso l’autore, 2) frammenti del carme alle Grazie, 3) postume e traduzioni, da quella in fuori dell’Iliade, 4) giovanili. Sta […]

more... »

mer, agosto 8 2012 » Senza categoria » No Comments

Giosuè Carducci – La Dora – Memorie di Giuseppe Regaldi

I. Francamente, io preferisco la prosa del Diderot, per un esempio, a quella dello Chateaubriand, e di gran lunga poi il Voltaire al Lamartine. Ma a dirne la ragione mi troverei un po’ sgomento; tanto ella è semplice, che ai gran tiratori di formole risica di non parere né meno una ragione: in somma, è […]

more... »

mer, agosto 8 2012 » Senza categoria » No Comments

Giosuè Carducci – Il buco nel muro di Francesco Domenico Guerrazzi

Se alcuno, gittando gli occhi su tale argomento di appendice letteraria in un giornale stato sempre avverso ai procedimenti politici di F. D. Guerrazzi, se ne ripromettesse una fitta d’allusioni maligne o di volgarità invereconde, quegli s’ingannerebbe a partito. Di molte cose è ignorante chi scrive la presente appendice; ma questo non ignora, questo fermamente […]

more... »

mer, agosto 8 2012 » Senza categoria » No Comments

Giosuè Carducci – Per il Classicismo e il Rinascimento

Lodiamo di buon animo i buoni pensieri ne’ due scritti del dott. C., intitolati I beni della letteratura e I mali della lingua latina, intorno agli offici delle lettere e dei letterati, intorno alle pessime condizioni dell’educazione letteraria qual fu e qual è in parte ancora fra noi e alla necessità di una educazione piú […]

more... »

mer, agosto 8 2012 » Senza categoria » No Comments

Giosue’ Carducci – Lettera a Maria Pezze’-Pascolato

“Carissima Signora, “Tra le tante cose di cui vo debitore alla signora Astrid Ahnfelt metto ora per prima la idea che ha ispirato in Lei di mandarmi in dono le novelle di Andersen. Qualche cosa ne avea intravvisto in una traduzione tedesca; ma ora ne gusto la fantasia nativa e profonda, la grazia e l’andamento […]

more... »

lun, ottobre 31 2011 » Senza categoria » No Comments

Giosuè Carducci – L’Aminta e la vecchia poesia pastorale

I L’Aminta è un portento: portento vivo d’armonia tra l’ispirazione e l’espressione e l’impressione rispondentisi negli effetti, che è il sommo nell’arte della poesia riflessa: portento storico nella spirituale continuità della poesia italiana, perché venne al momento opportuno, chiudendo il lavoro della imitazione perennemente innovante e trasformante del Rinascimento e aprendo nella idealizzazione, se può […]

more... »

dom, luglio 31 2011 » Senza categoria » No Comments

Giosuè Carducci – Sì crudelmente fero è quel flagello

Sí crudelmente fero è quel flagello Onde me già del breve correr lasso Il disinganno sferza a ciascun passo, Che fine io chiamo al reo cammin l’avello; E tra forme gentili e nel piú bello Aprir de’ floridi anni io l’occhio abbasso, Quasi cercando oltre la terra il passo A l’inamabil cieco ultimo ostello. Ma […]

more... »

dom, luglio 31 2011 » Senza categoria » No Comments

Giosuè Carducci – Tu mesta peregrina il dolce nido

Tu, mesta peregrina, il dolce nido Lasci e de l’aer nostro il novo gelo: T’invita più benigno ardor di cielo E primavera di straniero lido. E me lasci che tristi ore divido Pur co ‘l dolore onde i lassi occhi velo. Tornerà tempo che senz’ombra o velo Si porga l’aer nostro a te piú fido. […]

more... »

dom, luglio 31 2011 » Senza categoria » No Comments