Posts Tagged Deledda

Grazia Deledda – Inverno precoce

on 01/11/2014 by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Ci siamo impuntati, quest’anno, a rimanere oltre il necessario nella casa in riva al mare. E il mare si vendica, da par suo. – Andate via, andate via; avete ingombrato […]

Read more...

Grazia Deledda – Contratto

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Mi sono stancata della mia casa di città. Forse perché mi ha fatto troppo godere e troppo soffrire. Dapprima ero io la padrona: poiché non l’amavo e quindi non mi […]

Read more...

Grazia Deledda – Il sesto senso

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Da otto giorni non mi riusciva di prendere la penna in mano. Tutto era buono per favorire questa separazione: il caldo, le mosche, il mal di denti; ma sopratutto l’esistenza, […]

Read more...

Grazia Deledda – Il segreto di Mossiù Però

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Il suo vero nome era un altro, che si pronunziava press’a poco nello stesso modo; ma noi lo chiamavamo così, un po’ per scherno, un po’ per convenienza. Di nascita, […]

Read more...

Grazia Deledda – Partite

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Di tanto in tanto mio padre imbastiva certe speculazioni che, mezzo poeta com’egli era, naturalmente gli riuscivano sempre male. L’ultima era stata una piantagione di aranci e limoni; solo il […]

Read more...

Grazia Deledda – Racconti a Grace

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Fra venti anni, speriamo anche trenta, la vecchia nonna Grazia dirà alla sua bella nipotina Grace, figlia di suo figlio e di una nuora inglese o americana, o magari gagliarda […]

Read more...

Grazia Deledda – La zizzania

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Arrivò un giorno in cui la madre, che sempre aveva predicato ai figli di patir la fame piuttosto che rubare una sola fava ai vicini di terra, la madre stessa […]

Read more...

Grazia Deledda – La casa del rinoceronte

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Si affacciava sopra un turbolento gomito del fiume Senio, la casa del Rinoceronte. Il luogo era degno di lui: orrido o bellissimo secondo la stagione e l’ora: una rupe enorme, […]

Read more...

Grazia Deledda – Il sogno di San Leo

on 01/09/2014 by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Leo e Marino, da poco convertiti alla religione di Cristo, avevano lasciato la natìa Dalmazia per cercare nelle coste d’Italia un rifugio alla loro fede. I monti li attiravano. Giunti […]

Read more...

Grazia Deledda – Filosofo in bagno

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Da cinque giorni il filosofo artritico faceva una cura di fanghi e di bagni caldi, in un modesto e quindi ancora tranquillo stabilimento termale; e dopo le abbondanti sudate e, […]

Read more...

Grazia Deledda – L’arco della finestra

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Notte buia, lamentosa, di vento. Notte favorevole ai ladri, poiché quelli che dormono, senza preoccupazioni per l’avvenire, nei loro letti tiepidi ben coperti, anche se sentono uno scricchiolìo nella loro […]

Read more...

Grazia Deledda – Mezza giornata di lavoro

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Non sempre il povero batte invano alla porta del ricco. Con questa speranza il sor Checco si alzò alle sei del mattino, l’altro sabato, vigilia dell’antica Epifania. Da cinque giorni […]

Read more...

Grazia Deledda – Il gallo di montagna

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

- Se vuol trovarsi contento, vada a Castel del Tordo. È, per la caccia, una regione, dirò così, vergine, o per lo meno inesplorata. Il paesetto, amenissimo, e dove ci […]

Read more...

Grazia Deledda – Voli

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

- Sogno, o son desto? Cantato con voce baritonale, questo verso scoppiò ed echeggiò come un tuono, nel silenzio sonnolento della casa; tanto che Landa, la serva quindicenne, sepolta nella […]

Read more...

Grazia Deledda – Natura in fiore

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Tutti gli anni, per Pasqua, da tempi remotissimi, veniva giù a far colazione dai Bardi un frate cappuccino. Veniva giù, da dove? Pasqua non lo sapeva precisamente, da dove, ma […]

Read more...

Grazia Deledda – Il vestito di seta cangiante

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Lunga, onorata e proficua era stata la carriera del cavalier Brischi: proficua, sopratutto, in modo che gli aveva fruttato un magnifico appartamento in città e un grande podere modello, fra […]

Read more...

Grazia Deledda – Festa nel convento

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Lungo, rigidissimo era stato l’inverno, e le suore di Montalto ne uscivan fuori bianche, fredde come conservate nel ghiaccio: poiché il loro Convento è ancora come ai tempi della sua […]

Read more...

Grazia Deledda – La donna nella torre

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

La bionda Cristina stava affacciata alla ringhiera di ferro della sua prigione, a meditare sul suo triste destino: ma bisogna subito dire che questa prigione consisteva in una stanzetta piena […]

Read more...

Grazia Deledda – La vigna sul mare

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Appena arrivata, la donna, che, non più giovanissima, rivedeva dopo molti anni il suo paese d’origine, si affacciò alla loggia sul mare; ma invece di ricordare in quell’istante il suo […]

Read more...

Grazia Deledda – Tesori nascosti

on 01/07/2014 by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Avevano detto all’ingegnere Glaus che a mezza costa del Monte Largo c’era una cava di piombo argentifero, una specie di miniera, abbandonata appena al suo inizio per la morte del […]

Read more...

Grazia Deledda – Il rifugio

on by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

La principessa stava nel suo salotto da lavoro, tutto parato di damasco azzurro, e si divertiva a confezionare fiori di carta. Le riuscivano perfetti, tanto da sembrare veri. Rose di […]

Read more...

Grazia Deledda – Dopo il divorzio – PDF

on 07/17/2013 by valerio in Senza categoria, Commenti disabilitati

Download (PDF, 843KB)

Read more...

Honoré de Balzac – Eugenia Grandet – Traduzione di Grazia Deledda – PDF

on 09/26/2012 by valerio in Senza categoria, Comments (0)

Download (PDF, 649KB)

Read more...

Grazia Deledda – Le colpe altrui

on 08/24/2012 by valerio in Senza categoria, Comments (0)

PARTE PRIMA. I. Para Zironi, l’ultimo fraticello rimasto fra le rovine del convento di Monte Nieddu, scendeva tranquillo il sentieruolo della foresta, andando a cercarsi da vivere poichè nessuno più […]

Read more...

Grazia Deledda – Colombi e sparvieri

on by valerio in Senza categoria, Comments (0)

PARTE PRIMA I. Dopo una settimana di vento furioso, di nevischio e di pioggia, le cime dei monti apparvero bianche tra il nero delle nuvole che si abbassavano e sparivano […]

Read more...

Grazia Deledda – Cenere

on by valerio in Senza categoria, Comments (0)

PARTE PRIMA I. Cadeva la notte di San Giovanni. Olì [1] uscì dalla cantoniera biancheggiante sull’orlo dello stradale che da Nuoro conduce a Mamojada, e s’avviò pei campi. Era una […]

Read more...

Grazia Deledda – Canne al vento

on by valerio in Senza categoria, Comments (0)

Capitolo primo Tutto il giorno Efix, il servo delle dame Pintor, aveva lavorato a rinforzare l’argine primitivo da lui stesso costruito un po’ per volta a furia d’anni e di […]

Read more...

Grazia Deledda – Annalena Bilsini

on by valerio in Senza categoria, Comments (0)

Per San Michele la famiglia Bilsini cambiò di casa ed anche di terra. Era una famiglia numerosa: cinque figli maschi, la madre vedova, e uno zio di lei, che, sebbene […]

Read more...

Grazia Deledda – A sinistra

on by valerio in Senza categoria, Comments (0)

BOZZETTO DRAMMATICO (1924) Personaggi: La Madre, la Figlia, uno Straniero. Piccolo salotto da pranzo, che serve anche per ricevere. È verso sera. La Madre e lo Straniero, seduti presso la […]

Read more...

Grazia Deledda – Il padre

on 12/24/2011 by valerio in Senza categoria, Comments (0)

Ritto sovra un ciglione erboso, quasi sull’orlo dello stradale, Jorgj Preda, soprannominato Tiligherta, aspettava da più di un quarto d’ora la sua piccola innamorata, Nania, la figlia del cantoniere. Facevano […]

Read more...