Archivi tag: della

Ugo Foscolo – Dell’origine e dell’ufficio della letteratura

Orazione 1.

Ή ούκ έντεθύμησαι, ότι όσα τε νόμω μεμαθήκαμεν κάλλιστα όντα, δι΄ ώ̃ν γε ζή̃ν
έπιστάμεθα ταύ̃τα πάτα διά λόγου έμάθμεν.
Σωμοκράτησ παρά Θενοφ.

O non hai teco pensato mai che quante cose sappiamo per legge essere ottime, e dalle quali abbiamo norme alla vita, tutte le abbiamo imparate con l’aiuto della parola!
Socrate presso Senofonte. Memorab., lib. III, cap. 3.

[5] I. SOLENNE principio agli studi sogliono essere le laudi degli studi; ma furono soggetto (altro…)

Antonio Gramsci – Sì, l’ora della coerenza

Torna di nuovo l’accusa di settarismo nelle gazzette della socialdemocrazia, rivolta all’atteggiamento dei comunisti nei riguardi dell’assassinio di Giacomo Matteotti.
Questa accusa di settarismo non è però nuova ai comunisti. La socialdemocrazia di tutti i paesi, per sottrarsi ai suoi impegni contratti con le masse lavoratrici, non ha trovato mai migliore espediente, nella sua lotta contro il proletariato rivoluzionario, che quello di (altro…)

Antonio Gramsci – La crisi della piccola borghesia

La crisi politica determinata dall’assassinio dell’on. Matteotti è tuttora in pieno sviluppo e non si può ancora dire quali saranno i suoi sbocchi conclusivi.
Essa presenta aspetti diversi e molteplici. Rileviamo innanzi tutto la lotta che si è riaccesa intorno al governo fra forze avverse del mondo plutocratico e finanziario per la conquista da parte degli uni e la conservazione da parte (altro…)

Vittorio Bersezio – La testa della vipera

EText-No. 26452
Title: La testa della vipera
Author: Bersezio, Vittorio;1900;1830
Language: Italian
Link: cache/generated/26452/pg26452.epub

EText-No. 26452
Title: La testa della vipera
Author: Bersezio, Vittorio;1900;1830
Language: Italian
Link: cache/generated/26452/pg26452.html.utf8

EText-No. 26452
Title: La testa della vipera
Author: Bersezio, Vittorio;1900;1830
Language: Italian
Link: cache/generated/26452/pg26452.mobi

EText-No. 26452
Title: La testa della vipera
Author: Bersezio, Vittorio;1900;1830
Language: Italian
Link: cache/generated/26452/pg26452.txt.utf8

EText-No. 26452
Title: La testa della vipera
Author: Bersezio, Vittorio;1900;1830
Language: Italian
Link: 2/6/4/5/26452/26452-8.zip

Giambattista Bazzoni – Falco della rupe

EText-No. 27091
Title: Falco della rupe; O, La guerra di Musso
Author: Bazzoni, Giambattista;1803;Bazzoni, Giovanni Battista;Bazzoni, G. B. (Giambattista);1850
Language: Italian
Link: cache/generated/27091/pg27091.epub

EText-No. 27091
Title: Falco della rupe; O, La guerra di Musso
Author: Bazzoni, Giambattista;1803;Bazzoni, Giovanni Battista;Bazzoni, G. B. (Giambattista);1850
Language: Italian
Link: 2/7/0/9/27091/27091-h/27091-h.htm

EText-No. 27091
Title: Falco della rupe; O, La guerra di Musso
Author: Bazzoni, Giambattista;1803;Bazzoni, Giovanni Battista;Bazzoni, G. B. (Giambattista);1850
Language: Italian
Link: cache/generated/27091/pg27091.mobi

EText-No. 27091
Title: Falco della rupe; O, La guerra di Musso
Author: Bazzoni, Giambattista;1803;Bazzoni, Giovanni Battista;Bazzoni, G. B. (Giambattista);1850
Language: Italian
Link: cache/generated/27091/pg27091.txt.utf8

EText-No. 27091
Title: Falco della rupe; O, La guerra di Musso
Author: Bazzoni, Giambattista;1803;Bazzoni, Giovanni Battista;Bazzoni, G. B. (Giambattista);1850
Language: Italian
Link: 2/7/0/9/27091/27091-h.zip

EText-No. 27091
Title: Falco della rupe; O, La guerra (altro…)

Giacomo Leopardi – Il Parini, ovvero della gloria

CAPITOLO PRIMO

Giuseppe Parini fu alla nostra memoria uno dei pochissimi Italiani che all’eccellenza nelle lettere congiunsero la profondità dei pensieri, e molta notizia ed uso della filosofia presente: cose oramai sì necessarie alle lettere amene, che non si comprenderebbe come queste se ne potessero scompagnare, se di ciò non si vedessero in Italia infiniti esempi. Fu eziandio, come è noto, di singolare innocenza, pietà verso gl’infelici e verso la patria, fede (altro…)

Francesco Guicciardini – [IN FAVORE DELLA LEGA PROPOSTA DA MASSIMILIANO ALLA REPUBBLICA DI VENEZIA.]

Massimiano re de’ romani, innanzi che fussi fatta la lega di Cambrai, nella dieta di Costanza, sotto titulo di rimettere Massimiano Sforza, ricercava e’ viniziani di lega per venire in Italia per la corona dello imperio ed a’ danni de’ franzesi, allora signori di Milano, offerendo loro partiti grandi. Trattavasi nel senato suo quid agendum; fu parlato da uno senatore per la parte affermativa in questo modo:

Tutta la difficultá di questa (altro…)

Franco Sacchetti – Basso della Penna nell’estremo della morte lascia con nuova forma ogni anno alle mosche un paniere di pere mézze, e la ragione, che ne rende, perché lo fa

Ora verrò a quella novella delle pere mézze, ed è l’ultima piacevolezza del Basso, però che fu mentre che moría. Costui venendo a morte, ed essendo di state, e la mortalità sí grande che la moglie non s’accostava al marito, e ‘l figliuolo fuggía dal padre, e ‘l fratello dal fratello, però che quella pestilenza, come sa chi l’ha veduto, s’appiccava forte, volle fare testamento; (altro…)

Franco Sacchetti – Basso della Penna fa un convito, là dove, non mescendosi vino, quelli convitati si maravigliono, ed egli gli chiarisce con ragione, e non con vino

Questo Basso (ed è la seconda novella di quelle che io proposi in queste di sopra) in questi due mesi di sopra contati, ne’ quali era già febbricoso del male che poi morío, parve che volesse fare la cena come fece Cristo co’ discepoli suoi; e fece invitare molti suoi amici, che la tal sera venissono a mangiare con lui. La brigata tutta accettoe; e (altro…)

Franco Sacchetti – Basso della Penna a certi forestieri, che domandorono lenzuola bianche, le dà loro sucide, ed eglino dolendosi, prova loro che l’ha date bianche

Questa pera mézza, con la quale il Basso fece cosí bene i fatti suoi, mi reduce a memoria un’altra novella di pere mézze, fatta già per lo detto Basso, nella quale si dimostra apertamente che insino nell’ultimo della sua morte fu piacevolissimo. Ma innanzi che venisse a questo, io dirò due novellette, che fece in meno di due mesi anzi che morisse, avendo continuo o terzana o quartana, che poi lo (altro…)

Franco Sacchetti – Basso della Penna inganna certi Genovesi arcatori, e a un nuovo giuoco vince loro quello ch’egli avevano

Come questo giovene acquistò puramente, e con grande simplicità, le lire cinquanta, cosí con grande astuzia il piacevol uomo Basso della Penna, raccontato a drieto, in questa novella vinse a un nuovo giuoco piú di lire cinquanta di bolognini. A questo Basso capitorono all’albergo suo a Ferrara certi Genovesi che andavano arcando con certi loro giuochi; e ‘l Basso, avendo compresa la loro maniera, un (altro…)