Fahreneit: appuntamento all’EUR

Fahrenheit racconta Più Libri Più Liberi. Dal 5 all’8 dicembre, quattro puntate in diretta, con ospiti e musica dal vivo, dedicate alla fiera romana della piccola e media editoria. Un lungo speciale che si concluderà domenica 8 con la proclamazione del romanzo vincitore del Libro dell’Anno di Fahrenheit. Premio che quest’anno sarà affiancato da un riconoscimento assegnato dai quasi duecento librai di qualità selezionati dagli ascoltatori di Radio3. Ospiti musicali che accompagneranno le dirette: Momo Said, Ballando Krame, I Gatti Mézzi e Boris Savoldelli.

Non mangiate la neve gialla – Frank Zappa 20 anni dopo

Nato il 21 dicembre 1940 a Baltimora e scomparso il 4 dicembre 1993 a Los Angeles per un cancro, Frank Zappa non era solo un grande chitarrista, non era solo un grande musicista rock estremamente prolifico (circa ottanta album dal primo Freak Out del 1966, senza contare le raccolte), non era solo un intelligente provocatore: era innanzi tutto un grandissimo musicista. Pierre Boulez ha detto di lui: “Come musicista era una figura eccezionale perché apparteneva a due mondi: quello della musica pop e quello della musica classica. E non è una posizione comoda”.

A vent’anni dalla sua morte, Radio3 omaggia Frank Zappa, con un mosaico di ascolti per far risuonare – lungo tutto il palinsesto, da Qui comincia a Battiti – il linguaggio, l’influenza e le intuizioni del musicista statunitense.

I venti anni di Tangentopoli su Radio Tre

 

WIKIRADIO

venerdì 17 febbraio ore 14.00

Guido Crainz racconta Tangentopoli

 

FAHRENHEIT

venerdì 17 febbraio ore 15.00

Faccia a faccia con Gherardo Colombo

 

TRE SOLDI

dal 20 febbraio al 2 marzo, dal lunedì al venerdì ore 19.45

C’era una volta Mani Pulite di Giorgio Zanchini

Un caleidoscopio di voci, ricordi, riflessioni per ripercorrere un biennio che cambiò la storia del Paese con conseguenze che arrivano sino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi. E anzi, sono più visibili e drammatiche da qui, dai giorni che sembrano segnare la fine della Seconda Repubblica, nata in quei giorni. Mentre emerge ancora con forza scandalosa il tema dei costi della politica, con i fenomeni di corruzione che genera.

Ascolterete le voci dei protagonisti di quella stagione, e valutazioni di chi a quella stagione ha dedicato lavoro e studi: Antonio Di Pietro, Piercamillo Davigo, Gherardo Colombo, Marco Travaglio, Gianni Barbacetto, Pino Corrias, Paolo Cirino Pomicino, Claudio Signorile, Marco Damilano, Simona Colarizi, Nello Rossi, Tiziana Maiolo, Sandra Bonsanti, Corrado Stajano.

 

MEMORADIO su Tangentopoli a partire da materiali d’epoca

disponibile da lunedì 20 febbraio sul sito di Radio3

La programmazione di Radio Tre nel Giorno della Memoria

Come ogni anno, il 27 gennaio – data della liberazione del Campo di Auschwitz, simbolo dello sterminio di milioni di ebrei – Radio3 dedica gran parte della sua programmazione alla memoria della Shoah. 27 gennaio 2012

ore 6.00 QUI COMINCIA dedica la puntata ai bambini nella Shoà, al loro sguardo sull’abisso dei campi, a come lo hanno raccontato e rappresentato, disegnato e sognato.

ore 9.30 PRIMO MOVIMENTO dedica l’apertura della trasmissione all’opera Brundibar scritta da Hans Krasa durante la sua prigionia a Terezin. L’opera fu replicata numerose volte all’interno del ghetto dai bambini deportati. 

ore 10.50 CHIODO FISSO 

Il futuro secondo… Eddi Bisulli
Eddi Bisulli è educatore di Cesena ed è coordinatore del progetto Memoteca che ha lo scopo di valorizzare, attraverso registrazioni audiovideo, la memoria storica del territorio per fornire ai giovani elementi di memoria per costruire il futuro delle comunità di quel territorio. 
 
ore 11.00 RADIO3SCIENZA
Ospite, in diretta da Gerusalemme, il neuroscienziato Alessandro Treves, autore del libro “Come funziona la memoria. Le basi neurali della capacità di ricordare”. 
 
ore 15.00 SPECIALE FAHRENHEIT in diretta da Trieste. Conduce Marino Sinibaldi
Dall’Aula Magna della Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori il pomeriggio di Fahrenheit raccoglierà le testimonianze dei protagonisti sopravvissuti alla Shoah e racconterà un territorio dove si sono scontrate e intrecciate minoranze e lingue, culture e credo religiosi.
ore 19.00 HOLLYWOOD PARTY
Il film francese La chiave di Sara, appena uscito nelle sale italiane. Tratto dal romanzo omonimo di Tatiana de Rosnay, che racconta attraverso lo sguardo di una bambina ebrea la tragedia delle deportazioni nei campi di concentramento
ore 20.30 RADIO3 SUITE
ACCADEMIA FILARMONICA ROMANA
GLI INDIFFERENTI
parole e musica da un ventennio
uno spettacolo di e con Fabrizio Gifuni, Monica Bacelli Luisa Prayer
mezzosoprano, Monica Bacelli
pianoforte, Luisa Prayer
ore 22.50 FESTIVAL DI LUCERNA 
Orchestra Accademica del Festival di Lucerna 
direttore, Pierre Boulez
 
Arnold Schoenberg (1874-1951) 
Variations for Orchestra, op. 31 
 
Alban Berg (1885-1935) 
Three Pieces for Orchestra, op. 6
ore 00.10 BATTITI ricorda la kristallnacht, la notte dei cristalli, ovvero il 9 novembre 1938, quando ebbe inizio l’Olocausto. A quella terribile notte sono dedicati due brani: Crystal Psalms di Alvin Curran (brano composto per il progetto radiofonico europeo Ars acustica nel 1991) e Kristallnacht di John Zorn. Completa il programma un brano di Jeffrey Schanzer dal disco No more in thrall, scritto in memoria del 50esimo anniversario della liberazione del Campo di Buchenwald.

Louisa May Alcott – Under the Lylacs

EText-No. 3795
Title: Under the Lilacs
Author: Alcott, Louisa May, 1832-1888
Language: English
Link: 3/7/9/3795/3795-h/3795-h.htm

EText-No. 3795
Title: Under the Lilacs
Author: Alcott, Louisa May, 1832-1888
Language: English
Link: 3/7/9/3795/3795.txt
Link: cache/generated/3795/pg3795.txt.utf8

EText-No. 3795
Title: Under the Lilacs
Author: Alcott, Louisa May, 1832-1888
Language: English
Link: 3/7/9/3795/3795-h.zip

EText-No. 3795
Title: Under the Lilacs
Author: Alcott, Louisa May, 1832-1888
Language: English
Link: 3/7/9/3795/3795.zip

Radio Tre – Lezioni di Musica

A grande richiesta dopo il successo dell’edizione estiva che ha fatto registrare anche un picco di download sul sito di Radio3, sabato 7 gennaio alle 9.00 tornano le Lezioni di Musica.
Per 26 settimane, tutti i sabati e tutte le domeniche dalle 9.00 alle 9.30, musicologi e musicisti italiani tra i più affermati e riconosciuti, insieme alle voci storiche di alcuni conduttori delle principali trasmissioni musicali di Radio3, accompagneranno gli ascoltatori in un percorso divulgativo che vuole essere a un tempo didattico e coinvolgente.
Grandi capolavori del repertorio sinfonico e di quello da camera, ma anche generi e forme musicali diversi saranno esplorati con la proposta di esempi spesso eseguiti dal vivo al pianoforte o con l’offerta di ascolti rari e di grande qualità.
Il progetto, curato da Paola Damiani e coordinato da Giovanni Bietti che sarà anche il docente di molte lezioni di questo ciclo, prevede l’alternanza al microfono di Roberto Prosseda, Stefano Zenni, Guido Zaccagnini, Oreste Bossini, Michele Dall’Ongaro, Francesco Antonioni, Stefano Catucci e molti altri.

Speciale Prima Pagina 2011 – I fatti e i personaggi dell’anno

Due puntate speciali di Prima Pagina, in onda su Radio3 il 25 e 26 dicembre alle ore 7.15 
I fatti più importanti del 2011 raccontati attraverso i titoli dei giornali, le telefonate degli ascoltatori arrivate a Prima Pagina durante il corso dell’anno e le testimonianze di chi quei fatti li ha vissuti in prima persona.
Federico Zatti intervista: Flavio Parisi, italiano che vive e lavora in Giappone, sullo tsunami che ha devastato il Paese e provocato un incubo nucleare planetario; Vandana Shiva, ispiratrice e leader dei movimenti per la difesa del bene primario dell’acqua, in relazione al referendum sulla gestione pubblica della risorsa idrica; Giovanna Loccatelli, giornalista freelance testimone dei fatti egiziani; il matematico Massimo Marchiori, autore dell’algoritmo alla base di Google, sulla rivoluzione realizzata da Steve Jobs; Sabrina Pisu, collaboratrice di Radio24, sul movimento, nato in Spagna, degli Indignados; Francesco Avignone, rugbista 21enne, uno degli eroi del fango giunti in soccorso degli alluvionati liguri; l’esperto di semiotica Massimo Leone sulla caduta dei tiranni (da Bin Laden a Gheddafi); Laura Boldrini, portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, sugli sbarchi a Lampedusa; l’economista Serge Latouche, autore del “Tempo della decrescita”, sulla crisi economica in atto e le possibilità di transizione ad un nuovo modello di consumo.

 

A Radio Tre “Tutti stranieri”

Per un’intera giornata, lunedì 5 dicembre, ai microfoni di Radio3 si alterneranno conduttori accomunati dal fatto di essere stranieri, sia nati in Italia che immigrati nel nostro paese.Tante le provenienze e le professioni: giornalisti, scrittori, insegnanti, scienziati, operatori sociali, attori, musicisti, contribuiranno con le loro testimonianze a rendere la programmazione ancora più ricca di esperienze.

 

Queste voci sono spesso ospiti nei programmi di Radio3, che da sempre dedica molto spazio alle tematiche dell’immigrazione, ma lunedì 5 dicembre la loro presenza sarà più evidente e corale, per offrire punti di vista diversi, per generare curiosità e non diffidenza o paura.
Il microfono a questi mondi e a queste storie può raccontarci che siamo tutti stranieri e insieme, se si pensa al recente appello del Presidente della Repubblica sui nati in Italia¸ tutti italiani.

 

Dalla rassegna stampa italiana e internazionale, alla letteratura, alla musica, ecco il palinsesto di Radio3 tutti stranieri di lunedì 5 dicembre:

 

Qui Comincia. Samir Al Qariouty, giornalista palestinese collaboratore di Al Jazeera.
Radio3 Mondo. Conduce sia la rassegna stampa che l’approfondimento delle 11.30, Udo Gumpel corrispondente dall’ Italia della Ntv tedesca, canale del gruppo RTL.
Prima Pagina. Eric Jozsef, corrispondente di Liberation.
Pagina 3. La scrittrice egiziana/congolese Ingiy Mubiayi.
Primo Movimento. Angelina Yeshova compositrice e pianista kazaka.
Tutta la città ne parla. Marina Lalovic, giornalista serba, redattrice del Babzine, il Magazine settimanale di Babel, canale 141 di Sky dedicato ai nuovi Italiani.
Radio3Scienza. Agnes Allansdottir, islandese, docente di psicologia della comunicazione all’università di Siena.
La Barcaccia. Rebecca Berg, docente di canto del Conservatorio di S. Cecilia.
Chiodo Fisso. Kiran e Rasja: la storia degli alberi del Puinjab e Bangladesh.
Alza il Volume. La musicista somala Saba Anglana.
Fahrenheit. Interventi di Bijan Zarmandili, scrittore iraniano, Qeenia Pereira, brasiliana e rappresentante della Rete G2-Seconda Generazione, Aly Baba Faye, sociologo senegalese.
Hollywood Party. Nick Vivarelli, corrispondente per l’Italia della rivista di spettacolo Variety.
Radio3Suite. Conduce Oreste Bossini insieme a Bas Ernst, addetto culturale dell’ambasciata olandese in Italia. Ospiti d’eccellenza la pianista inglese Angela Hewitt, il tenore albanese Saimir Pirgu, il pianista e direttore d’orchestra Alexander Lonquich, il pianista turco Fazil Say e, nello spazio dedicato al teatro, il regista Peter Stein.
Battiti. Il musicista americano John Arnold.

 

Radio Tre – Il catalogo e’ questo – Mercoledi’ 7 dicembre giornata radiofonica dedicata al “Don Giovanni” di Mozart

In occasione del tradizionale appuntamento del 7 dicembre con l’apertura della stagione del Teatro alla Scala di Milano – che sarà trasmessa in diretta a partire dalle 18.00 – Radio3 dedicherà gran parte della programmazione della giornata al Don Giovanni di Mozart.

Le note del capolavoro mozartiano risuoneranno a partire dalla mattina presto, a Qui comincia, dalle 6.00 alle 6.45, con Paolo Terni che da martedì 6 dicembre e fino a Natale dedicherà le puntate all’esplorazione dell’epistolario di Wolfgang Amadeus Mozart recentemente pubblicato in italiano (Tutte le lettere di Mozart. L’epistolario completo della famiglia Mozart, 1755-1791, a cura di Marco Murara, edizioni Zecchini) e che il 7 dicembre sceglierà le lettere legate al Don Giovanni proponendo l’ascolto di arie celebri come Notte e giorno faticar e Madamina, il catalogo è questo.

Alle 9.00 la rassegna stampa culturale di Pagina3, affidata a Nicola La Gioia, sarà scandita dalle note dei pianoforti di Katia e Marielle Labèque e le Reminiscences de Don Juan di Liszt.

Alle 9.30 Primo movimento, la trasmissione dedicata alle novità discografiche condotta da Arturo Stalteri, aprirà con l’ascolto della Ouverture del Don Giovanni diretta da Claudio Abbado, una celeberrima edizione appena ripubblicata, e dell’aria Vedrai carino nell’esecuzione di Anna Netrebko che sarà poi una delle protagoniste della prima scaligera della sera.

Anche le trasmissioni dedicate all’attualità e all’approfondimento conterranno delle particelle Dongiovannesche: a Tutta la città ne parla, dalle 10.00 alle 10.45, Giorgio Zanchini proporrà agli ascoltatori il celebre duetto Là ci darem la mano con Gabriel Baquier nel ruolo di Don Giovanni e Marilyn Horne in quello di Zerlina; a seguire, alle 10.50, Chiodo fisso ospiterà il liutaio Fausto Cacciatori che ci racconterà come si trasformano gli alberi in …strumenti musicali, e ci saluterà sulle note di Fin ch’han dal vino nell’interpretazione di Ferruccio Furlanetto accompagnato dai Berliner Philharmoniker diretti da Daniel Barenboim.

Radio3 Scienza, in onda dalle 11.00 e condotta da Rossella Panarese, si occuperà della chimica del primo amore accompagnata da una famosissima aria sul tradimento: Ah, fuggì il traditor, dalla meravigliosa voce di Elisabeth Schwarzkopf, mentre a Stefano Cingolani per Radio3 Mondo alle 11.30 toccherà l’onore di annunciare una strepitosa Zerlina, Gabriella Sciutti, nell’aria Batti, batti o bel Masetto.

Alle 12.00 programma tutto mozartiano proveniente dal circuito Euroradio per Il Concerto del mattino, composto dal Quartetto per archi n. 19 in do maggiore K 465 Delle dissonanze eseguito dal Quartetto Hagen e il Concerto per oboe in do maggiore K 314 con l’oboista François Leleux sul podio dell’Orchestra Sinfonica della Radio Svedese.

I conduttori de La Barcaccia, Enrico Stinchelli e Michele Suozzo, presenteranno alle 13.00 un singolare “Don Giovanni mix” una galleria di mostri sacri della lirica – tra gli altri Maria Callas e Luciano Pavarotti – che si sono cimentati in studio, e mai in teatro, con arie dall’opera.

La voce del 7 dicembre di Wikiradio, alle 14.00, è affidata al musicologo Angelo Foletto che ci racconterà il Teatro alla Scala di Milano e proporrà la canzonetta Deh, vieni alla finestra con Eberhard Wätcher nel ruolo di Don Giovanni e i Wiener Philharmoniker diretti da Herbert Von Karajan, mentre alle 14.30 Felice Liperi aprirà Alza il volume con la canzone di Joni Mitchell dedicata alla “figlia sconsiderata” di Don Giovanni, Don Juan’s reckless daughter.

Anche Fahrenheit alle 15.00 – in diretta dalla fiera dalla piccola e media editoria “Più libri più liberi” di Roma fino al 10 dicembre – parteciperà all’omaggio all’opera di Mozart ospitando il Giovanni Tommaso Trio (Giovanni Tommaso al contrabbasso, Enrico Zanisi al pianoforte, Alessandro Paternesi alla batteria) che regalerà al pubblico del Palazzo dei Congressi dell’Eur e a tutti gli ascoltatori di Radio3 originali improvvisazioni su temi tratti dal Don Giovanni.

Alle 18.00 Radio3 Suite si collegherà con il Teatro alla Scala dove gli inviati Gaia Varon e Nicola Pedone ci guideranno all’ascolto in diretta e ci racconteranno impressioni e commenti a caldo. A seguire, in studio, Alberto Crespi (Hollywood Party) e Antonio Audino (Il Teatro di Radio3) affiancheranno il conduttore Oreste Bossini per una riflessione sulla figura di Don Giovanni tra cinema teatro e musica.

La notte di Battiti propone un’opera del 1980 interamente dedicata al capolavoro di Mozart. Si tratta di John Gavanti, una rilettura a dir poco sui generis a firma della omonima e fantomatica formazione newyorchese che annoverava tra le sue fila elementi provenienti dai più importanti gruppi no wave di quell’epoca. Tra gli autori della musica, del libretto e delle canzoni c’erano infatti Arto Lindsay e Ikue Mori dei DNA e Mark Cunningham, Sumner Crane e China Burg dei Mars, gruppi resi celebri dall’album “No New York” prodotto da Brian Eno.

Sulla homepage del sito di Radio3 (www.radio3.rai.it ) saranno disponibili, per Memoradio e Classicaradio, contributi extra davvero preziosi.

 

Memoradio dal 2 dicembre sarà dedicato alla Scala di Milano e al mito di Don Giovanni, uno dei personaggi più affascinanti e controversi della moderna letteratura europea.
Le vicende della Scala sono ricostruite attraverso i materiali tratti dai giornali radio d’epoca, integrati da qualche testimonianza parallela (Renata Tebaldi, Victor de Sabata, Wilhelm Furtwaengler, Guido Cantelli, Maria Callas, Giuseppe di Stefano, Giulietta Simionato, Mario del Monaco, Giorgio Strehler, Ezio Frigerio Franco Alfano, Darius Milhaud, Rolf Liebermann) tratti da Esercizi di memoria. Suoni dall’archivio della radio la trasmissione che ideò e condusse Arrigo Quattrocchi, a cura di Lorenzo Chiera (in onda su Radio3 il 30 e 31 dicembre del 2004).
L’omaggio a Don Giovanni è tratto da Le metamorfosi di Don Giovanni di Guido Davico Bonino (Radio3 Suite, dicembre 2005), un viaggio in venti piccole tappe attraverso il teatro, la musica e la letteratura tra il Seicento e il Novecento.

 

Classicaradio propone l’ascolto integrale dell’opera in un’edizione storica del 1971 proveniente dagli archivi della Rai con l’Orchestra Sinfonica e coro di Roma della Rai diretti da Carlo Maria Giulini.

 

DON GIOVANNI

(Il dissoluto punito, o sia Il Don Giovanni)

Dramma giocoso in due atti KV 527 di Lorenzo Da Ponte
Don Giovanni, giovane cavaliere estremamente licenzioso, Nicolai Ghiaurov
Donna Anna, dama, Gundula Janowitz
Don Ottavio, suo promesso sposo, Alfred Kraus
il Commendatore, padre di Donna Anna, Dimiter Petkov
Donna Elvira, dama di Burgos, abbandonata da Don Giovanni, Sena Jurinac
Leporello, servo di Don Giovanni, Sesto Bruscantini
Masetto, contadino, Walter Monachesi
Zerlina, sua promessa sposa, Oliviera Miljakovic
Orchestra Sinfonica e Coro di Roma della RAI
direttore, Carlo Maria Giulini

Registrata a Roma il 7 aprile 1970

Radio Tre al Medimex

Radio3 è media partner del Medimex, la Fiera delle Musiche del Mediterraneo che si svolgerà a Bari dal 24 al 27 novembre. Dalla Fiera del Levante di Bari andranno in onda in diretta alcune delle trasmissioni del palinsesto, in particolare quelle solitamente dedicate a scene musicali e suoni più legati al bacino della World Music, del Rock, della musica elettronica, del cantautorato: Alza il Volume, File Urbani Speciale e Zazà (per la prima volta in trasferta) saranno infatti trasmesse venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 novembre dallo stand di Radio3 al Medimex. Tutti i programmi ospiteranno molti gruppi live, musicisti italiani e internazionali che animano il cartellone del Medimex e che arricchiranno i tracciati delle nostre trasmissioni. Inoltre sono previsti collegamenti giornalieri con le trasmissioni Fahrenheit (un collegamento di mezz’ora in apertura di trasmissione venerdì 25 con un approfondimento dedicato alla scena musicale nordafricana e mediorientale e alla rivoluzione dei gelsomini), Radio3 Suite e Pagina3.

A “Il sogno di mezzanotte” letture di racconti di Cavosi, Cavazzoni, Maggiani, Murgia

dal lunedì al venerdì allo scoccare della mezzanotte

18 novembre
Il Buffardello, di Maurizio Maggiani (Francesco Bolo Rossini)
19 novembre
Passerotta, di Michela Murgia (Anna Bonaiuto)
22 novembre
Il caffè pensile, di Ermanno Cavazzoni (Francesco Bolo Rossini)
23 novembre
Il trasferimento, di Michela Murgia (Anna Bonaiuto)
24 novembre
Ernia del disco, di Roberto Cavosi (Francesco Bolo Rossini)
25 novembre
Buchi, di Roberto Cavosi (Anna Bonaiuto)

Ben Hur, Sciascia e Kennedy a WikiRadio

venerdì 18 novembre
Emiliano Morreale racconta La prima di Ben Hur
lunedì 21 novembre
Goffredo Fofi racconta Leonardo Sciascia
martedì 22 novembre
Massimo Teodori racconta John Fitzgerald Kennedy
mercoledì 23 novembre
Enrico Menduni racconta “Life”
giovedì 24 novembre
Stefano Vella racconta l’Aids

“Così si rischia di passare alla storia. Con wikiradio si realizza un prodotto di assoluta originalità in perfetta sintonia con i moderni strumenti di diffusione della cultura di massa” (Carlo Ciavoni, Il Venerdì di Repubblica)

“Nel breve giro di una settimana, è diventato un appuntamento imperdibile… ogni puntata rievoca un evento storico accaduto in quel giorno aiutandoci a non rimanere spalmati sul presente.. Godiamoci questo programma augurandogli che riesca a mantenere l’eccellenza degli esordi” (Bruno Gambarotta, La Stampa)

Radio Tre – Corti alla Radio – Settima Edizione

domenica 20 novembre ore 20.30
Sala A – via Asiago, 10 Roma

CORTI ALLA RADIO
settima edizione
150!
radiodrammi scritti e interpretati dagli allievi del
Centro Sperimentale di Cinematografia
ideazione e regia di Sergio Pierattini

La settima edizione di Corti alla radio trova quest’anno il suo naturale ambito all’interno delle serate che Radio3 dedica al teatro e in particolare al radiodramma. I cinque radiodrammi della serata del 20 novembre, scritti ed interpretati dagli allievi del Centro Sperimentale, sono dedicati al centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia. I soggetti che sono emersi testimoniano in maniera netta il distacco che questo piccolo ma rappresentativo campione dei nostri giovani ha con uno degli eventi fondamentali della nostra storia e con il significato che esso assume nell’Italia contemporanea.

Per partecipare alla serata è necessario confermare al numero 06.36863836 o alla e-mail teatro3@rai.it entro le ore 12.00 di venerdì 18 novembre. Si accettano prenotazioni fino ad esaurimento posti. L’entrata è consentita dalle ore 20.00 e non oltre le ore 20.30

RadioTre con Amnesty International

Dal 1 novembre Radio3 e il Segretariato Sociale Rai dedicano uno spazio speciale al mondo di Amnesty International che quest’anno ha compiuto 50 anni. I diritti diventano più forti è una campagna di sensibilizzazione sulle battaglie condotte da Amnesty International nei suoi primi 50 anni di vita.
Radio3 dal primo novembre dedica un’attenzione speciale ad Amnesty attraverso uno spot e una serie di approfondimenti all’interno del suo palinsesto:

1 novembre Radio3mondo, con il conduttore Stefano Cingolani, ospiterà Riccardo Noury, portavoce di Amnesty, che fornirà dettagli del calendario di iniziative previste per novembre e dicembre.
7 novembre Attilio Scarpellini nel programma Qui comincia dedicherà la puntata alla storia di Amnesty iniziata nel 1962.

14 novembre a Hollywood Party si parlerà delle molte iniziative attraverso le quali Amnesty ha coinvolto il mondo del cinema.

25 novembre Loredana Lipperini a Fahrenheit ospiterà Amnesty in occasione della giornata internazionale sulla violenza contro le donne.

Teatro a RadioTre

Un mese di programmazione dedicata al teatro anima l’intero palinsesto di Radio3 con serate in diretta, spettacoli delle ultime stagioni appositamente registrati per l’occasione, preziosi frammenti di archivio, repertorio, radiodrammi originali e voci – interviste e commenti – dei protagonisti del palcoscenico. Tutto nel segno della scena contemporanea italiana e straniera.

Il Festival del Film di Roma su Radio Tre

Dal 27 ottobre al 4 novembre Hollywood Party sarà al Festival Internazionale del Film di Roma 2011. La trasmissione che tutti i giorni alle ore 19 racconta il cinema su Radio3, seguirà le pellicole in concorso e tutti gli eventi della manifestazione, restituendo in presa diretta i rumori e gli umori della grande kermesse. Dall’Auditorium di Roma i microfoni dei conduttori Steve Della Casa e Dario Zonta raccoglieranno gli interventi di attori, registi, critici e di tutti i protagonisti del Festival.

RAdio Tre: La Calabria e’ il mondo – di Anna Mazzone e Flavia Piccinni

Dall’antichissimo Santuario della Madonna di Polsi, dove la tradizione mafiosa vuole che la ‘ndrangheta fin dagli anni Sessanta si riunisca nei giorni della grande festa di settembre per decidere i suoi capi e le sue strategie, fino ad arrivare al luogo apparentemente più sicuro di tutta la provincia di Reggio Calabria: la stanza del Procuratore Generale Salvatore di Landro, vittima di due attentati e tutt’oggi costretto a vivere sotto scorta. 

 

Ne La Calabria è il mondo si racconta la Calabria della Locride. Una terra piena di contraddizioni e che proprio per questo merita di essere raccontata.

 

Dal lunedì al venerdì alle 19.40

 

A “Piazza Verdi”, su Radio Tre, “La perdita dell’innocenza”

 Alla radio si alza il sipario su musica, teatro, danza, cinema, arte ed altro ancora. Tutto rigorosamente dal vivo.  Questo sabato La perdita dell’innocenza.

 

Dal testo di Alan Bennett la pièce The History Boys per la regia di Ferdinamdo Bruni ed Elio De Capitani ospiti con il cast al completo composto da Ida Marinelli, Gabriele Calindri, Marco Cacciola, Giuseppe Amato, Marco Bonadei, Angelo Di Genio, Loris Fabiani, Andrea Germani, Andrea Macchi, Alessandro Rugnone e Vincenzo Zampa.

 

Musica antica con le composizioni di Bellerofonte Castaldi (1581-1649) eseguite per noi da Marco Beasley alla voce ed Evangelina Mascardi alla tiorba.

 

Il Jazz con Ivan Segreto ed il suo nuovo lavoro “Chiaro” e ancora con il gruppo di Niccolò Faraci al contrabbasso, laptop, sound design; accompagnato da Andrea Esperti al trombone; Lorenzo Paesani al nord stage, reaktor, sintetizzatore, organo; e Alessandro Blasi al batteria, percussioni che ci presenteranno il loro nuovo Tokyo 2476.

 

Infine le composizioni per pianoforte di Adolfo Fumagalli (1828-1856) eseguite da Adalberto Riva.

 

Il film della settimana è Melancholia regia di Lars Von Trier a parlarne Marco Bacci. 

 

Sabato dalle 15.00 alle 18.00 

Wikiradio comincia su RadioTre con Loretta Napoleoni

Da lunedì 24 ottobre il palinsesto di RADIO3 si arricchisce di un nuovo programma, Wikiradio .

 

Dalle 14 alle 14 e 30, dal lunedì al venerdì un appuntamento quotidiano per raccontare le storie, i luoghi, i personaggi che hanno contraddistinto il nostro tempo. 

Wikiradio intende costruire giorno per giorno una libera enciclopedia di voci narranti, nel tentativo di aggiornare la conoscenza di quella rete di episodi intorno ai quali si struttura la nostra moderna cultura materiale, storica e artistica. Puntate monografiche dettate da una necessità di approfondimento e chiarezza, che trovano nella data di messa in onda una ragione ulteriore di suggestione, grazie alla ricorrenza di un evento senza il quale proprio quella storia non si sarebbe potuta raccontare.  Dalla storia all’economia, dal cinema alla scienza, la letteratura, il teatro, le arti visive, la musica, i grandi momenti che hanno segnato un punto di svolta raccontati da esperti, studiosi, critici, con spezzoni di repertorio, sequenze cinematografiche, brani musicali, in un articolato mosaico che vuole restituire tutti i significati possibili di un avvenimento. La prima puntata sarà dedicata al giovedì nero di Wall Street, Loretta Napoleoni racconterà di come si giunse in quel giorno del 1929 al picco più basso toccato dalle quotazioni nella borsa americana di New York, divenendo simbolo di crisi, povertà, disoccupazione, tensioni sociali altissime destinate a risolversi solo molti anni dopo grazie al New Deal di Roosvelt. 

IL CALENDARIO DELLA PRIMA SETTIMANA PREVEDE:
Il crollo di Wall Street (Loretta Napoleoni)
Pablo Picasso (Costantino D’Orazio)
La strage del Teatro Dubrovka di Mosca (Marcello Flores)
Elezione di Lula alla presidenza del Brasile (Patrizia Giancotti)
Crisi dei missili a Cuba (Massimo Teodori)

Cavosi, Cavazzoni e Murgia a “Il sogno di mezzanotte” su RadioTre Suite

Allo scoccare della mezzanotte dal lunedì al venerdì Radio3Suite, in collaborazione con Battiti, propone Il Sogno di mezzanotte: una squadra di grandi scrittori molto diversi fra loro e le voci di quattro tra i migliori attori della scena italiana trasporteranno gli ascoltatori in mondi dove tutto è possibile.

18 ottobre
DOPPELGANGER di Roberto Cavosi (Anna Bonaiuto)
19 ottobre
LA SCOPERTA DEL VOLO di Ermanno Cavazzoni (Roberto Latini)
20 ottobre
IL PROCESSO di Michela Murgia (Sonia Bergamasco)

Memoradio ricorda lo scrittore Vasco Pratolini

É il percorso sonoro che ogni settimana Radio3 dedica alla storia, alla memoria e alle voci del presente e del passato. Un itinerario monografico su eventi e personaggi che hanno fatto la storia e la cultura del nostro paese. Un viaggio nel tempo per i naviganti del web attraverso l’inesauribile patrimonio dell’Archivio di radio rai: interviste storiche, brani da celebri trasmissioni, frammenti dai giornali radio d’epoca, radiodrammi, documentari radiofonici.
Fino al 25 ottobre Memoradio ricorda lo scrittore Vasco Pratolini riproponendo interviste, ricordi e pagine dai romanzi più noti. Inoltre viene riproposto il radiodramma La domenica della buona gente che Pratolini scrisse e realizzò con Giandomenico Giagni nel 1952. Il radiodramma, a sviluppo corale, racconta tre storie private che si sviluppano in un pomeriggio domenicale, con lo sfondo della partita di calcio Roma-Lucchese del 1951. Il lavoro di Pratolini e Giagni è tra i primi esempi di neorealismo radiofonico ottenuto grazie al montaggio di materiali registrati in esterni (allo stadio) con quelli registrati in studio.