classicistranieri.com / Giornale dei bambini – Antologia – Audiobook – MP3 – Edizioni Libroparlato

Skip to content

Tag Archives: Sacchetti

Giornale dei bambini – Antologia – Audiobook – MP3 – Edizioni Libroparlato

23-mar-12

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); * Copertina (formato MP3) * Come andò… (formato MP3) * La principessa di Nénuphar (formato MP3) * Stiaccia-noci (formato MP3) * Le due bambole (formato MP3) * La giunca degli uomini vecchi (formato MP3) * Il pesciolino d’oro (formato MP3) * La vita d’un passerotto raccontata da lui medesimo (formato [...]

Franco Sacchetti – Uno Genovese sparuto, ma bene scienziato, domanda Dante poeta come possa intrare in amore a una donna, e Dante gli fa una piacevole risposta

08-nov-11

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Questo che seguita non fu meno notabile consiglio che fosse il judicio di messer Ridolfo. Fu già nella città di Genova uno scientifico cittadino e in assai scienze bene sperto, ed era di persona piccolo e sparutissimo. Oltre a questo era forte innamorato d’una bella donna di Genova, la quale, [...]

Franco Sacchetti – Messer Ridolfo da Camerino, al tempo che la Chiesa avea assediato Forlí, fa una nuova e notabile assoluzione sopra una questione che aveano valentri uomeni d’una insegna

08-nov-11

Messer Ridolfo da Camerino, savissimo signore, con poche parole e notabil judicio, contentò una brigata di valentri uomeni di quello che domandorono sopra una questione, sí come il Basso d’un nuovo uccello contentasse il marchese. Al tempo che la Chiesa, e messer Egidio di Spagna cardinale per quella, avea per assedio costretta la città di [...]

Franco Sacchetti – Marchese Aldobrandino domanda al Basso della Penna qualche nuovo uccello da tenere in gabbia, il Basso fa fare una gabbia, ed entrovi è portato a lui

08-nov-11

Marchese Aldobrandino da Esti, nel tempo che ebbe la signoria di Ferrara, gli venne vaghezza, come spesso viene a’ signori, di avere qualche nuovo uccello in gabbia. Di che per questa cagione mandò un dí per uno Fiorentino che tenea albergo in Ferrara, uomo di nuova e di piacevolissima condizione, che avea nome Basso della [...]

Franco Sacchetti – Castruccio Interminelli, avendo un suo famiglio disfatto in uno muro il giglio dell’arma fiorentina, essendo per combattere, lo fa combattere con un fante che avea l’arma del giglio nel palvese, ed è morto

08-nov-11

Ora voglio mutare un poco la materia, e dire come Castruccio Interminelli, signore di Lucca, castigò uno gagliardo contro le mura. Questo Castruccio fu de’ cosí savi, astuti e coraggiosi signori come fosse nel mondo già è gran tempo; e guerreggiando e dando assai che pensare a’ Fiorentini, però che era loro cordiale nimico, fra [...]

Franco Sacchetti – Messer Bernabò signore di Melano comanda a uno abate che lo chiarisca di quattro cose impossibili; di che uno mugnaio, vestitosi de’ panni dello abate, per lui le chiarisce in forma che rimane abate e l’abate rimane mugnaio

21-lug-11

Messer Bernabò signore di Melano, essendo trafitto da un mugnaio con belle ragioni, gli fece dono di grandissimo benefizio. Questo signore ne’ suoi tempi fu ridottato da piú che altro signore; e come che fosse crudele, pur nelle sue crudeltà avea gran parte di justizia. Fra molti de’ casi che gli avvennono fu questo, che [...]

Franco Sacchetti – Parcittadino da Linari vagliatore si fa uomo di corte, e va a vedere lo re Adoardo d’Inghilterra, il qual, lodandolo, ha da lui molte pugna, e poi, biasimandolo, riceve dono

21-lug-11

Lo re Adoardo vecchio d’Inghilterra fu re di gran virtú e fama, e fu tanto discreto che la presente novella ne dimostrerrà in parte. Fu adunque nel suo tempo uno vagliatore a Linari in Valdensa nel contado di Firenze, il quale aveva nome Parcittadino. Venne a costui volontà di lasciare in tutto il vagliare ed [...]

Franco Sacchetti – Lo re Federigo di Cicilia è trafitto con una bella storia da ser Mazzeo speziale di Palermo

21-lug-11

Di valoroso e gentile animo fu il re Federigo di Cicilia nel cui tempo fu uno speziale in Palermo, chiamato ser Mazzeo, il quale avea per consuetudine ogni anno al tempo de’ cederni, con una sua zazzera pettinata in cuffia, mettersi una tovagliuola in collo e portare allo re dall’una mano in un piattello cederni [...]