Claudia Taccani e Edgar Meyer, Quattro zampe in tribunale. Storie di animali (e uomini) alla prese con la legge

l testo riporta una serie di casi veri, raccontati in maniera veloce, discorsiva e giornalistica. Di ognuno, si propone la spiegazione normativa, sviluppata in maniera tecnica, ma semplice.
Come difendersi da un vicino che vuole “liberarsi” del cane che gli dà fastidio? Come rispondere all’amministratore di condominio che non vuole cure ai gatti randagi? Come denunciare chi maltratta o uccide un animale? In questo libro si trovano risposte.
Anche gl animali hanno dei diritti e alcuni avvocati li fanno rispettare.

Download (PDF, 2.29MB)

——————————————–
Claudia Taccani e Edgar Meyer, Quattro zampe in tribunale. Storie di animali (e uomini) alla prese con la legge
Collana Ecoalfabeto, Stampa Alternativa, 2010
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (2.4MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Francesca De Carolis – Urla a bassa voce – Dal buio del 41bis e del fine pena mai

Questo libro può essere letto in tanti modi diversi: come spaccato di vita e di problematiche carcerarie, come trattato critico di criminologia, come rassegna di delitti e di pene, come stimolo all’impegno civile. Per me è, anzitutto, una raccolta di testimonianze che “gridano” la loro fatica e la loro sofferenza. Le prime pagine, con le note autobiografiche degli autori, dicono già gran parte di quel che c’è da sapere. Vite bruciate dal carcere e nel carcere. E prima dal e nel delitto. O almeno così si è portati, quasi istintivamente, a ritenere.

Urla a bassa voce ci ricorda che siamo tutti chiamati in causa, nella società e davanti alle nostre coscienze. Come scrive Maria dopo la morte di Aziz, un giovane suicida nel penitenziario di Spoleto: «Ogni uomo che si toglie la vita in carcere lo fa anche per causa mia, per un qualcosa che io non ho fatto, per un’attenzione a una sofferenza che non ho voluto o saputo vedere».

– Dalla prefazione di don Luigi Ciotti

Download (PDF, 773KB)

——————————–
A cura di Francesca De Carolis, Urla a bassa voce – Dal buio del 41bis e del fine pena mai
Collana Eretica Speciale, Stampa Alternativa, 2012
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (795MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Qui invece il PDF della copertina del libro (1,6MB)

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

AA. VV. – Critical Mass – Idee a trazione umana

La storia di Alfio, un alieno come tanti, nelle città asfissiate dalle automobili.
Alfio ci racconta di Critical Mass, appuntamento casuale di ciclisti urbani che si tiene in tutto il mondo, Italia compresa.
Una storia per chi non si sente bloccato, in fila, ma ciclista che svicola verso un altro modo di vivere il mondo.

Download (PDF, 645KB)

——————
AA. VV., Critical Mass: idee a trazione umana
Stampa Alternativa, Millelire (Edizione Speciale), 2008
—————–

L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons
Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate

Il testo integrale viene diffuso in formato PDF (645 KB); per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Giuseppe Casa – Pit Bull – Cani che combattono

Cani da combattimento, allenamenti feroci, scommesse clandestine, sono l’universo attorno al quale ruota la vita di Billy (al secolo Davide Manzini), con un sottofondo di musica punk. Billy ha un desiderio predominante: allevare un cane imbattibile con cui vincere abbastanza da cambiare vita. Barbie, la sua “fidanzata”, è un’aspirante attrice che fallisce un provino dopo l’altro e a sopravvive grazie a qualche pubblicità e lavorando in un bar. Billy e Barbie litigano spesso, specialmente da quando Siouxsie, un pit bull con un pedigree da fare invidia a qualsiasi allenatore, si è messo fra di loro. Una coppia in crisi in un mondo particolarmente squallido e spietato.

Download (PDF, 546KB)

————–
Giuseppe Casa, Pit Bull: Cani che combattono (Romanzo)
Collana Eretica, Stampa Alternativa, 2008
—————-

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (550KB). Anche la sola copertina in formato PDF (350KB). Richiedono Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del libro cartaceo.

Lorenzo Mazzoni – Rasta Marley – Le radici del reggae

Download (PDF, 4.15MB)

Reggae, Rasta: un genere musicale, un movimento politico, una fede, una Livity, fusi con la potenza primigenia del battito del cuore. Bob Marley: il loro profeta, che attraverso la sua stessa parabola artistica
e di vita ha tracciato la rotta per il cammino di riscatto e speranza di milioni di fratelli neri.
L’analisi di dodici canzoni, tra le sue più significative, ripercorre i passi che l’utopico “eroe Rasta” deve compiere per portare a termine la sua missione: lasciare Babylon dell’ingiustizia e della corruzione per tornare a Zion, la terra dei Padri.
Un viaggio in musica sulle strade di libertà del movimento Rastafari, grazie alla particolarità del linguaggio giamaicano e l’intreccio profondo tra le canzoni di Marley e la visione mistica che lega ogni Rasta a Jah, un dio d’amore e di giustizia.

——————————————-
Lorenzo Mazzoni, Rasta Marley: le radici del reggae
Collana Sconcerto, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (4.3MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Attenta vigilanza. I Radicali nelle carte di polizia (1953-1996) – Presentazione del libro di Andrea Maori (Editore Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri)

Attenta vigilanza. I Radicali nelle carte di polizia (1953-1996) – Presentazione del libro di Andrea Maori (Editore Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri)

Presentazione del 6 dicembre 2011

da: http://www.radioradicale.it
Licenza: http://creativecommons.org/licenses/by/2.5/it/

Ascoltabile anche attraverso il nostro lettore virtuale di MP3:

Rosario Zanni – Mal’aria! Colerosi, affamati e ribelli di fine ’800 (Romanzo storico)

Nel 1887 Pozzuoli dovette affrontare il colera, la peggiore delle epidemie. Le vittime furono centinaia, anche a causa delle terribili condizioni igieniche in cui vivevano i puteolani.
La saga della famiglia Pollio si dipana tra colera e rapine ai casotti del dazio, carcere e movimento anarchico e operaista, cantiere Armstrong ed emigrazione clandestina, passioni travolgenti e stupri.
Vicende di vinti travolti dalle sventure epperò carichi di uno straordinario slancio vitale, in grado di far germogliare, pur nelle condizioni più avverse, il seme della rivolta e del riscatto.

Download (PDF, 1.07MB)

————–
Rosario Zanni, Mal’aria! Colerosi, affamati e ribelli di fine ’800 (Romanzo storico)
Collana Eretica Speciale, Stampa Alternativa, 2008
—————-

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1MB). Anche la sola copertina in formato PDF (125KB). Richiedono Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del libro cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Pino Corrias – Viaggi acidi: intervista ad Albert Hofmann

Chi è, cosa pensa, come vive il padre dell’acido lisergico. Da quei milligrammi di chimica è nata la rivoluzione psichedelica. Albert Hofmann oggi ha 86 anni, vive in una casa isolata vicino a Basilea; scrive, viaggia, nuota. Non ha mai smesso di riflettere sulla droga e sulle droghe. In questa intervista – la prima concessa a un giornalista italiano – spiega il suo punto di vista, racconta la sua storia, i suoi ricordi, a partire da quel fatidico pomeriggio del 1943.
[Albert Hofmann è scomparsoil 29/4/2008, a 102 anni].

——————
Pino Corrias, Viaggi acidi: intervista ad Albert Hofmann
Stampa Alternativa, Millelire, 1992 (fuori catalogo)
—————–

L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate. Il testo integrale viene diffuso in formato ODT (184KB) e in formato PDF (432KB); per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.


su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/


AA.VV – Farmakiller. Business, follie e morti in nome della medicina e della scienza. Come difendersi

I danni collaterali da farmaci sono la quarta causa di morte in America. Farmakillerè il libro verità sui rischi che corre ogni giorno la nostra salute a causa dei farmaci e della “medicalizzazione” della società. Una denuncia documentata dei danni irreparabili e delle morti causate dalla medicina ufficiale. Un colossale business costruito tutto sulla pelle dei malati e delle persone sane, avvalorato da “camici sporchi” e dalle tante Wanna Marchi della medicina e della scienza che piazzano ogni anno nuovi, inutili prodotti o costruiscono nuove carriere. Chi ne fa le spese siamo noi consumatori e utenti secondo il principio che “la cura è peggio del male”. Un libro indispensabile per chi tiene alla salute propria, delle persone care e non ha alcuna intenzione di “farsi ammalare”.

————-
AA.VV, Farmakiller. Business, follie e morti in nome della medicina e della scienza. Come difendersi.
Collana Ecoalfabeto, Stampa Alternativa, 2008
————-

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate. Il testo integrale è disponibile in formato PDF (500KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del libro cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Monica D’Ambrosio – AAVV – Vent’anni son già troppi

Un libro che racconta di vita densa come marmellata, di altruismo, di spirito, di strati della mente, di animali e ragazze indifesi.
Una corsa mozzafiato attraverso inferno e paradiso.

————-
AA.VV, Monica D’ambrosio, Vent’anni son già troppi. Romanzo
Collana Ecoalfabeto, Stampa Alternativa, 2008
————-

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate. Il testo integrale è disponibile in formato PDF (256KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del libro cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Francesca de Carolis – Angela, angelo, angelo mio, io non sapevo; Romanzo con pianoforte jazz

«La trasformazione della figura di Luca in mito ha tormentato in me la memoria dell’uomo al quale sono stata legata durante gli ultimi anni della sua vita. Poi d’un colpo dettagli ed episodi di una storia che avevo custodito in perfetto silenzio si sono fatti avanti insistenti, chiedendo di essere depositati per sempre. Un insieme di colori, suoni, immagini, archetipi. Mille pezzi rimescolati di un puzzle già ben scosso. Li ho affidati a Francesca, che ha saputo raccoglierli in questo romanzo, trovando i giusti incastri, anche nel caso di qualche tessera mancante». (Michelle Bobko)

Storia del pianista jazz Luca Flores, raccontata grazie alla testimonianza della donna con cui ha condiviso vita e musica.

—————————
Francesca de Carolis, Angela, angelo, angelo mio, io non sapevo; Romanzo con pianoforte jazz.
Collana Eretica Speciale, Stampa Alternativa, 2007
—————————

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (612KB).

Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del libro cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Luciana Bellini – C’è una volta la Maremma

C’è un vicolo a Scansano “che scende e va”. È il “Vicolo dell’Addobbi”, un nome che sa di festa. E c’era una volta una cittina che c’è nata e cresciuta. Ma senza di lei il vicolo non è più lo stesso, ha messo il muso, s’è ingrigito, non echeggia più gli schiamazzi e le rime di giochi lontani. L’infanzia di Luciana Bellini – è lei quella cittina – è tutta nelle pagine di questo libro dove si muovono, sotto i suoi occhi di piccola e sensibile spettatrice, personaggi che assomigliano a maschere felliniane: nonna Diomira, Checco col somaro, Nino il materassaio, il cenciaiolo, la Berciona, donne con le vestaglie infarinate, con le scarpe, le calze, le sottane tutte nere. Nere pure le forcelle nei capelli. Nero nero anche “Gesù ’n croce” soffocato nel buio delle tasche durante le Processioni dove le Madonne erano due, una “ricca”, inanellata e un po’ “spinosa”, l’altra, l’“Addolorata”, più “boncitta”, mamma umana e dolcissima. La scioltezza del dialetto esalta la descrizione, lucida e poetica, di persone e cose, azzera il tempo e ci riporta l’odore del vino, del pane, dello zucchero filato, della neve tinta da un goccio d’alchermes. Ogni pagina, da bianca e nera, si colora come il cielo riflesso nell’acqua della fonte: “E a me mi pareva di beve ’l cielo e ’nnicosa che dentro a quella pila c’entrava oltre all’azzurro, anche ’l bianco e ’l rosa de le nuvole”.

—————————
Luciana Bellini, C’è una volta la Maremma
Collana Strade Bianche, Stampa Alternativa (fuori catalogo)
—————————

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (645KB). La copertina è disponibile in formato .jpeg (687KB).

Per aprire e leggere il testo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

AAVV – Dieci racconti in noir

Questa è l’antologia che raccoglie i 10 racconti vincitori del concorso Creative Commons in Noir dello scorso anno. Ecco testi e autori inclusi nel volume: “Scultura” di Davide Bacchilega, “La marmellata di more” di Euro Carello, “Apocalisse di Giovanni” di Luciano Pagano “Il timbro e il flagello” di Alberto Prunetti, “Angelo mio” di Alberto Giorgi, “Saint Vincent” di Michele Frisia, “Il male” di Karim Mangino, “Una vera signora” di Angela Venuti, “Corso dei mille” di Antonio Pagliaro, “Erano in tre” di Paolo Ferrari.
—————————
AA. VV., 10 racconti in noir
Collana Millelire, Stampa Alternativa, 2007
—————————

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1MB).

Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Riccardo Cavalieri – Ubuntu per tutti! – Dall’installazione all’utilizzo della più diffusa distribuzione Linux

Frutto del lavoro comune intrapreso da Arci, Comune di Modena e Stampa Alternativa, questo volume spiega tutti su installazione e utilizzo di UBUNTU – il sistema operativo basato su Linux che rappresenta una delle più importanti e affermate novità informatiche degli ultimi anni. Il sistema è oggi pienamente disponibile per un uso multipiattaforma – Intel x86 (IBM-PC compatibili), AMD64 e PowerPC (Apple iBook e Powerbook, G4 e G5) – e aderendo pienamente ai principi del software Free e Open Source, fornisce una vastissima gamma di software liberamente fruibile e dal codice aperto. Inoltre l’utente Ubuntu può sempre contare su una vasta comunità online che fornisce supporto attraverso forum, guide e siti, oltre a poter mantenere ad esempio sia Ubuntu che Microsoft Windows sul medesimo PC, per decidere ad ogni avvio, e senza alcuna difficoltà, con quale sistema lavorare. Un manuale completo, agile e adatto sia ai nuovi utenti che a quelli più scafati!

—————————
Riccardo Cavalieri, Ubuntu per tutti! – Dall’installazione all’utilizzo della più diffusa distribuzione Linux,
Stampa Alternativa, 2008
—————————

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1MB). Anche la copertina è disponibile in formato PDF (416KB).

Per aprire i file occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Simone Aliprandi – Creative Commons: Manuale operativo

Frutto del lavoro comune intrapreso da Arci, Comune di Modena e Stampa Alternativa, ecco un manuale operativo senza fronzoli e tecnicismi dedicato al progetto e alle licenze Creative Commons. Iniziativa attualmente assai articolata e localizzata ormai in quasi una cinquantina di Paesi del mondo e sostenuto da illustri intellettuali di varie provenienze. Obiettivo primario del progetto è promuovere un dibattito a livello globale sui nuovi paradigmi di gestione del diritto d’autore e diffondere strumenti giuridici e tecnologici (come le licenze e tutti i servizi a esse connesse) che permettano l’affermazione di un modello “alcuni diritti riservati” nella distribuzione di prodotti culturali. Inoltre, la realizzazione di questo libro è stata l’occasione per tradurre finalmente in italiano interessanti testi divulgativi e materiali esplicativi finora disponibili solo sul sito di Creative Commons inglese. Uno strumento utile e dinamico per chiunque voglia saperne di più, e soprattutto applicare al meglio, queste licenze aperte.

—————————
Simone Aliprandi, Creative Commons: manuale operativo
Stampa Alternativa, 2008
—————————

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1,4MB). Anche la copertina è disponibile in formato PDF (220KB).

Per aprire i file occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Alberto Prunetti, Potassa: storie di sovversivi, migranti, erranti, sottratti alla polvere degli archivi

Il cloruro di potassa è un forte agente ossidante utilizzato nella fabbricazione di fiammiferi, di fuochi artificiali, di esplosivi. Ma Potassa è anche il nome di quattro case sulla via Aurelia, nella maremma grossetana. Qui nel luglio del 1921 il facchino Domenico Marchettini, già noto alle forze dell’ordine, tenta invano di rincorrere un camion di fascisti. Un episodio minimo nella storia di ignoti ribelli maremmani che scatenerà conseguenze imprevedibili. La rabbia del Marchettini è lucida determinazione. Presto troverà altri complici nelle boscaglie maremmane dove si nascondono sovversivi, renitenti alla leva, banditi. Un fatto di sangue li unirà prima che si disperdano per il mondo, in fuga. C’è chi scapperà in Russia per trovare una morte drammatica; c’è chi farà perdere le proprie tracce. Intanto un altro ribelle gira per il mondo, in Argentina entra nella banda di espropriatori anarchici di Severino Di Giovanni. Storie che si intrecciano, rivolte che esprimono un’inesauribile voglia di vivere e una irrequieta tensione che inevitabilmente si scontrerà con la realtà e i poteri costituiti.

—————————
Alberto Prunetti, Potassa: storie di sovversivi, migranti, erranti, sottratti alla polvere degli archivi
Collana Margini, Stampa Alternativa, 2004 (fuori catalogo)
—————————

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1,5MB). Anche la copertina è disponibile in formato PDF (328KB). Per aprirli occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Antonella Beccaria – Pentiti di niente: Il sequestro Saronio, la banda Fioroni e le menzogne di un presunto collaboratore di giustizia

“…Antonella Beccaria ricostruisce la storia di Fioroni-Saronio con stile che Jean-Patrick Manchette ha definito ‘behaviorista’: logico, basato esclusivamente sui fatti, privo di digressioni ideologiche o psicologiche. Ne esce un saggio di una suspense tremenda e uno dei migliori libri, tra i tanti che stanno uscendo, sulle pagine più oscure degli anni Settanta. Discostandomi dallo stile scelto dall’autrice, azzarderò una ‘morale della favola’ che le sue pagine mi hanno suggerito. I Demoni possono operare in ogni epoca, ma la loro distruttività è massima solo quando collima con gli interessi – questi sì satanici – di poteri superiori”.
—Dalla prefazione di Valerio Evangelisti

—————————
Antonella Beccaria, Pentiti di niente: Il sequestro Saronio, la banda Fioroni e le menzogne di un presunto collaboratore di giustizia.
Collana Eretica, Stampa Alternativa, 2008
—————————

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (760KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Acquista il libro cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/


Pericle Camuffo, United Business of Benetton: Sviluppo insostenibile dal Veneto alla Patagonia

Altro che “sviluppo sostenibile” come conclamano i Benetton! Nella sua propagazione dal Veneto all’estremo sud del mondo, lo sviluppo Benetton si è dimostrato quasi sempre “insostenibile”. Dietro alla tenda dipinta con i colori dell’arcobaleno ci sono, come raccontato e documentato in questo libro, storie di sfruttamento, violazione dei diritti umani, minacce e ricatti, povertà e corruzione, situazioni alla cui attenuazione l’azienda di Ponzano dice continuamente di voler contribuire, smentendosi poi con il clamore mediatico dei microcrediti africani, in realtà vere e proprie mance a fronte delle vendite planetarie di qualche altro milione di magliette.

——————————–
Pericle Camuffo, United Business of Benetton: Sviluppo insostenibile dal Veneto alla Patagonia.
Collana Ecoalfabeto, Stampa Alternativa, 2008
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1.6MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del libro cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Stefano Apuzzo, Serena Baldini, Barbara Archetti, Lettere al di là del muro: Dai bambini palestinesi dei campi profughi

Il libro contiene le lettere più belle e toccanti dei bambini che vivono nei campi profughi alle porte di Gerusalemme. Le loro famiglie furono espulse dai villaggi natii alla nascita dello Stato di Israele nel 1948 e dopo l’occupazione illegale dei Territori Palestinesi del 1967. Cosa significa per dei bambini crescere ingabbiati da un muro di cemento alto 9 metri, senza possibilità di uscire mai dai campi in assenza della “carta blu”? Cosa c’è al di là del Muro, dalla parte “giusta” e ricca, dalla parte blu?
Lettere al di là del Muro è un testo di bambini palestinesi che si raccontano senza remore e paure, una testimonianza unica e preziosa, uno strumento utile anche per insegnanti ed educatori. Un libro per la pace.

——————————–
Stefano Apuzzo, Serena Baldini, Barbara Archetti, Lettere al di là del muro: Dai bambini palestinesi dei campi profughi
Collana Ecoalfabeto, Stampa Alternativa, 2008
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1.5MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Stefano Apuzzo, Danilo Bonato – Eco Logo: L’industria italiana difende o distrugge l’ambiente? Le pagelle ambientali

L’industria italiana contribuisce a distruggere o a salvare il pianeta?
Il quesito è fondamentale per i cittadini-consumatori perché sappiano quali scelte fare nella vita di ogni giorno e per le stesse aziende che, promuovendo brand e politiche “verdi” possono affermarsi sul mercato, tutelando l’ambiente.
Eco Logo “viviseziona” i più importanti comparti industriali e le aziende italiane per raccontare come si comportano e se hanno a cuore le sorti della Terra. Le “pagelle verdi” di Eco Logo all’industria italiana rappresentano, oltre che un utile e veritiero confronto tra i vari comparti, un incentivo a fare meglio e a imboccare la rotta della sostenibilità e della salvezza collettiva. Alcune interessanti casistiche industriali dimostrano che fare impresa tutelando l’ambiente è possibile.

——————————————–
Stefano Apuzzo, Danilo Bonato – Eco Logo: L’industria italiana difende o distrugge l’ambiente? Le pagelle ambientali
Collana Ecoalfabeto, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1,8MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Qui la copertina in formato jpeg (652KB).

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Luciano Ghersi – Brandamaglia: da come si smonta una branda a come si monta una maglia, in pratica e nel corso della storia

BrandaMaglia è una tecnica di terrificante semplicità e d’immediata gratificazione: si adatta a ogni sesso, età e condizione (psico e sociale). E’ un’arte per gli abili o meno, per gli impazienti, i pazienti e i degenti, per i bimbi e gli anziani, i diversi e gli uguali, i non artisti e persino gli artisti.
Qui s’insegna a fabbricare alla svelta uno stupendo cappello (e altro), senza spendere un euro (oltre al prezzo dell’opuscolo presente) e senza dipendere da spacciatori di corsi, di formazione e di creatività. Poi s’insegna a procacciarsi gli appositi ferri del mestiere, senza mollare un centesimo ai negozi di hobbistica ma rovistando saggiamente tra i rifiuti. Per gli altri materiali, si suggeriscono vari recuperi tessili.
Qui si fomentano le attività inattuali, sincere ed eleganti, non prone all’opulenta Era dei Pulsanti. In sé, una maglia è minima: come una bici singola, che si interponga allo scempio del traffico. Non è niente però è già qualcosa. Due o tre, molte. . . meglio ancora: ogni grande rivoluzione è fatta di tante piccole cazzate.

—————————
Luciano Ghersi, Brandamaglia: da come si smonta una branda a come si monta una maglia, in pratica e nel corso della storia
Collana Millelire Speciali, Stampa Alternativa, 2005 (fuori catalogo)
—————————
L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (7,3MB).

Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.


su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/


Roberta Tatafiore – De Bello Fallico

Si è spenta recentemente Roberta Tatafiore, se n’è andata alla sua maniera, da femminista radicale e disobbediente. Si è tolta la vita, denunciando che in questo Paese non si può neanche morire in libertà. La sua ultima battaglia l’aveva sostenuta per il caso Eluana Englaro. Come nostro ricordo ribelle, ne riproponiamo il pungente “De bello fallico” del 1996.

Che cosa è successo sulla scena della legge contro la violenza sessuale? Quello che hanno detto e fatto donne e uomini in Parlamento, magistrati, opinioniste, giornalisti – raccontato da una cronista politica spregiudicata.

—————————
Roberta Tatafiore, De Bello Fallico – Cronaca di una brutta legge sulla violenza sessuale
Collana Millelire, Stampa Alternativa, 1996 (fuori catalogo)
—————————

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (2,5MB).

Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Joost Smiers e Marieke van Schijndel – La fine del copyright – Come creare un mercato culturale aperto a tutti

Le trasformazioni neoliberali degli ultimi decenni, come descritte ad esempio da Naomi Klein nel volume Shock economy: l’ascesa del capitalismo dei disastri(2007), hanno inciso anche sulla comunicazione culturale. Siamo sempre meno autorizzati a strutturare e organizzare i mercati culturali in modo che la diversità delle forme espressive possa svolgere un ruolo significativo nella coscienza di un vasto numero di persone. Si tratta di un problema molto rilevante. Le espressioni culturali sono elementi essenziali alla formazione della nostra identità personale e sociale, aspetti assai delicati della vita il cui controllo non dovrebbe essere lasciato nelle mani di un esiguo gruppo di individui che ne detengono i diritti. Tale controllo è esattamente ciò che oggi viene esercitato, tramite il possesso di milioni di diritti d’autore, sul contenuto dei nostri scambi culturali.

È necessario ripristinare un pubblico dominio in cui poter mettere in discussione le varie espressioni culturali. In questo senso occorre qualcosa di più di una critica approfondita all’attuale status quo culturale. Ciò che dunque proponiamo in questo saggio è una strategia del cambiamento. A nostro avviso è possibile forgiare i mercati in modo che la proprietà dei mezzi di produzione e della distribuzione venga a trovarsi nelle mani di un gran numero di individui. In questo modo, in base alla nostra analisi, nessuno potrà controllare in larga misura il contenuto e l’uso delle forme espressive attraverso il possesso di diritti di proprietà esclusivi e monopolistici.

Con la creazione di mercati culturali fruibili per una miriade di espressioni artistiche, noi cittadini saremo di nuovo in grado di disporre della nostra vita culturale. I mercati della cultura devono essere integrati nel più vasto ambito delle nostre relazioni sociali, politiche e culturali.

——————————————–
Joost Smiers e Marieke van Schijndel – La fine del copyright – Come creare un mercato culturale aperto a tutti
Collana Eretica, Stampa Alternativa, 2010
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione 3.0.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (597KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Qui la copertina in formato jpeg (144KB).

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Marco Aime – Taxi Brousse: sulle strade d’Africa

“…Racconti e romanzi usano spesso l’Africa come scenario magico per innescare passioni e per visitare i vari ‘immaginari collettivi’, per fotografare i tanti ‘luoghi dell’anima’ personali.

Partite le telecamere, partiti ‘gli esploratori di nessuno, che non sia io o me’, l’Africa rimane là con i suoi problemi, la sua frustrazione, ma anche con le sue speranze, i suoi sogni, la sua vita quotidiana, i suoi bambini che si rincorrono impolverati, le feste, le danze.
L’autore ha provato a raccontare un po’ tutto questo.

——————————————–
Marco Aime, Taxi Brousse: sulle strade d’Africa
Collana Eretica, Stampa Alternativa, 2001 (fuori catalogo)
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione 3.0.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (3,8MB). Per leggerlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/


Anna Lamberti-Bocconi – Rumeni: romanzo di storie

Stefan, Mario, Madalina, Violeta, Gigio…
quanti sono i volti dei ragazzi rumeni approdati a caso sulle nostre strade?
Stranieri che parlano bene l’italiano eppure alieni.
Anna, la protagonista, si muove per una Milano sua da sempre, e con loro vive esperienze profonde e fugaci.
Non sociologia né politica in questo libro, ma uno sguardo lirico e disperatamente vitale su incontri impossibili e dolcemente feroci con ragazzi scaltri, inconsapevoli, ambigui: la carne da macello dei nostri tempi.

——————————–
Anna Lamberti-Bocconi, Rumeni: romanzo di storie
Collana Eretica, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (450KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/


Antonella Beccaria, Simona Mammano – Attentato imminente. Piazza Fontana, una strage che si poteva evitare – Pasquale Juliano, il poliziotto che nel 1969 tentò di bloccare la cellula neofascista veneta

Nella primavera del 1969 l’ennesima azione terroristica all’Università di Padova fa partire una nuova indagine. A coordinarla è un commissario di polizia, Pasquale Juliano, il capo della squadra mobile, che arriva a individuare un nucleo di estremisti neri che traffica in armi ed esplosivi. Ma i neofascisti gli preparano una trappola: Juliano si vedrà così scippare l’inchiesta, che verrà insabbiata, e finirà sotto processo accusato di aver costruito le prove contro i terroristi.

Gli occorreranno dieci anni per dimostrare la sua innocenza, ma nel 1979, quando sarà assolto da tutti i capi d’imputazione, la stagione delle bombe avrà quasi concluso il suo tragico corso.

Download (PDF, 795KB)

——————————————–
Antonella Beccaria, Simona Mammano, Attentato imminente. Piazza Fontana, una strage che si poteva evitare – Pasquale Juliano, il poliziotto che nel 1969 tentò di bloccare la cellula neofascista veneta.
Collana Senza Finzioni, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (603KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/


Luigi Bairo – Bici ribelle. Percorsi di fantasia, resistenza e libertà

Filosofia e pratica della bicicletta: dalla controversa storia della bici di Leonardo fino ai giorni nostri. Ecco allora i ribelli sulla bici: dall’anarchico Luigi Masetti, ciclo-viaggiatore d’inizio secolo, al patafisico Alfred Jarry, al padre della psichedelia Albert Hofmann. E poi bici resistente: da quella partigiana, a quella dei vietcong sulla pista di Ho Chi Min, fino a quella dei Provos di Amsterdam, e alle odierne della Critical mass, e alle ciclofficine italiane.

L’uso quotidiano viene approfondito dal Breviario del ciclista urbano. Mentre nelle pagine dei pedalatori dei boschi c’è tutto quello che occorre: dalla scelta del mezzo all’equipaggiamento e agli itinerari. Non manca la bici dei bimbi.

——————————————–
Luigi Bairo, Bici ribelle. Percorsi di fantasia, resistenza e libertà.
Collana Ecoalfabeto, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1.4MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Stefano Apuzzo, Nicolò Spinicchia – La città del sole. Come scegliere e farsi “in casa” l’energia pulita

Questa è una guida per scegliere l’energia pulita, “costruirsela da sé” e orientarsi nel labirinto del mercato energetico liberalizzato.

Utile anche per usare l’unica, vera, fonte di energia pulita: il risparmio, per la bolletta e per l’ambiente.

La Città del Sole illumina non solo le famiglie, le imprese e le amministrazioni pubbliche, ma anche le scuole e gli studenti.

——————————————–
Stefano Apuzzo, Nicolò Spinicchia, La città del sole. Come scegliere e farsi “in casa” l’energia pulita.
Collana Ecoalfabeto, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (3MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Simona Mammano – Assalto alla Diaz. Polizia e G8 – L’irruzione del 2001 ricostruita attraverso le voci del processo di Genova

Questo libro parla con le voci di chi si trovava dentro la scuola Diaz di Genova la notte del 21 luglio 2001: manifestanti e poliziotti.

Voci che hanno scandito mesi di udienze in un’aula di giustizia, raccontando la stessa vicenda da più punti di vista, da fronti opposti, con versioni discordanti. Ma voci che ricostruiscono, al di là della sentenza finale, l’esplosione di una “macelleria messicana” spacciandola per una “colluttazione unilaterale”.

——————————————–
Simona Mammano, Assalto alla Diaz. Polizia e G8 – L’irruzione del 2001 ricostruita attraverso le voci del processo di Genova.
Collana Senza Finzioni, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (814KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/

Alessandro Chiarelli – Disonora il padre e la madre. Un bambino stuprato, una famiglia normale. Avrebbe dovuto essere un gioco innocente e invece fu la scoperta di un male fin troppo vicino

In apparenza è la vita di una famiglia benestante, normale, come tante altre. Nessuno sospetta della violenza che si abbatte sul piccolo Antonio, attirato dallo zio paterno in un gioco che di innocente non ha nulla. E quando il trauma esplode, l’illusoria tranquillità di questa famiglia crolla tra chi sa e non parla, chi nega l’evidenza, chi non avrebbe immaginato perché mai avrebbe voluto vedere. Ma c’è anche di peggio: il trincerarsi dietro il proprio ruolo di genitore, di capofamiglia, per proteggere un passato che non deve tornare.

——————————————–
Alessandro Chiarelli, Disonora il padre e la madre. Un bambino stuprato, una famiglia normale. Avrebbe dovuto essere un gioco innocente e invece fu la scoperta di un male fin troppo vicino.
Collana Senza Finzioni, Stampa Alternativa, 2009
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (636KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

su: http://www.classicistranieri.com/stampalternativa/

tratto da: http://www.stampalternativa.it/liberacultura/