Tullia d’Aragona – Ben si richiede al vostro almo splendore

Ben si richiede al vostro almo splendore
del chiaro sangue, e a la virtù eccellente,
che si canti Signore eternamente
ne’ giochi di Parnaso il vostro onore;

ond’è ch’a dir di voi, dentr’al mio core
s’accende ognor un vivo foco ardente;
ma come a l’alta impresa non si sente
l’anima ugual, si spenge il novo ardore.

Non s’assicura nel profondo seno
di vostre glorie entrar mia navicella
sotto la scorta del mio cieco ingegno.

Solchi ‘l gran mar di vostre lodi a pieno
più felice alma, a cui più chiara stella
porga favore in più securo legno.