Vittoria Colonna – Quella superba insegna e quell’ardire

Quella superba insegna e quell’ardire,
Che per la tua vittorïosa mano
Fece ogni sforzo, ogni disegno vano,
Mostra or vigor, sfoga or gli sdegni e l’ire.
Spense l’ardor del suo folle desire
Già il tuo valore invitto e più che umano,
Chè le cittadi, e i fiumi, e i monti, e ‘l piano
Gli chiudesti con suo grave martíre.
Non fortuna d’altrui, non propria stella,
Virtù, celerità, forza ed ingegno
Diero alle imprese tue felice fine.
La chiara fama qui, la gloria bella
Lassù nel ciel ti dà ‘l guiderdon degno;
Ch’ uman merto non paga opre divine.