Vittoria Colonna – Riman la gloria tua larga e infinita

Riman la gloria tua larga e infinita
Signor, se fur del viver scarse l’ore
Tal cibo diè alla fama il tuo vigore,
Che ne fia per più secoli nodrita.
Non era a mezzo il suo corso la vita,
Quando al fin della via dritta d’onore
L’anima grande giunse, il cui valore
Si cerca e brama ognor, non pur s’addita.
Scarco de’ nostri mali all’alta meta
Leggier volasti sì, che nulla cura
Ti strinse qui dell’onorata spoglia.
Questo il mio duol ristringe e fa che lieta
Io chiami il grave peso alta ventura,
E felice gioir l’interna doglia.