Correspondance de Voltaire avec le roi de Prusse

EText-No. 25734 Title: Correspondance de Voltaire avec le roi de Prusse Author: Frederick II, King of Prussia, 1712-1786;Voltaire, 1694-1778 Language: French Link: cache/generated/25734/pg25734.epub EText-No. 25734 Title: Correspondance de Voltaire avec le roi de Prusse Author: Frederick II, King of Prussia, 1712-1786;Voltaire, 1694-1778 Language: French Link: 2/5/7/3/25734/25734-h/25734-h.htm EText-No. 25734 Title: Correspondance de Voltaire avec le roi • Leggi tutto »


Vittorio Alfieri – Sofonisba

Duro a soffrirsi il soldatesco orgoglio! Se il lor duce in superbia anco gli avanza, come in vero valor… Ma no; mi è noto Scipione: in Cirta, entro mia reggia, io l’ebbi ospite giá: molto era umano, e mite… Stolto Siface! or, che favelli? Allora Scipione a te, per mendicare ajuti, venía; né allor, tuo • Leggi tutto »


Vittorio Alfieri – Ottavia

EText-No. 38012 Title: Ottavia Author: Alfieri, Vittorio, 1749-1803 Language: Italian Link: cache/generated/38012/pg38012.epub Link: cache/generated/38012/pg38012-images.epub EText-No. 38012 Title: Ottavia Author: Alfieri, Vittorio, 1749-1803 Language: Italian Link: 3/8/0/1/38012/38012-h/38012-h.htm EText-No. 38012 Title: Ottavia Author: Alfieri, Vittorio, 1749-1803 Language: Italian Link: cache/generated/38012/pg38012-images.mobi Link: cache/generated/38012/pg38012.mobi EText-No. 38012 Title: Ottavia Author: Alfieri, Vittorio, 1749-1803 Language: Italian Link: 3/8/0/1/38012/38012-8.txt Link: cache/generated/38012/pg38012.txt.utf8 EText-No. • Leggi tutto »


Vittorio Alfieri – Agide

Parmi, che senza viltá né arroganza, ad un re infelice e morto io possa dedicare il mio Agide. Questo re di Sparta ebbe con voi comune la morte, per giudizio iniquo degli efori; come voi, per quello d’un ingiusto parlamento. Ma quanto fu simile l’effetto, altrettanto diversa n’era la cagione. Agide, col ristabilire l’uguaglianza e • Leggi tutto »


Jack London – Dutch Courage

“Just our luck!” Gus Lafee finished wiping his hands and sullenly threw the towel upon the rocks. His attitude was one of deep dejection. The light seemed gone out of the day and the glory from the golden sun. Even the keen mountain air was devoid of relish, and the early morning no longer yielded • Leggi tutto »


Matilde Serao – Sulla tomba

Quel pittore singolare faceva dei singolari quadri. Il suo grande pregio era l’energia del concetto vivamente spiegato nella forza del colore. Non piacevano a tutti i suoi quadri; specialmente a coloro che si compiacciono dei lavori leccati, verniciati e dipinti sino all’ultima linea; specialmente non piacevano ai cultori delle figure eleganti e pallide da acquarello, • Leggi tutto »


Matilde Serao – Paolo Spada

L’uomo di cui leggete il nome–nome poetico e predestinato–qui sopra, era uno scrittore di novelle e di romanzi. Aveva trent’anni, era basso, robusto, tarchiato, la fronte breve, gli occhi neri e lividi, le guancie rosse, le labbra grosse e sensuali. Se pel romanziere vi è un tipo stabilito che le fanciulle isteriche e le donne • Leggi tutto »


Matilde Serao – Novella d’amore

Fulvio s’inchinò, prese dalla mano di Paola il gelato che ella, sorridendo dolcissimamente, gli porgeva, e le disse, guardandola negli occhi: –Vi amo. –Non dovete amarmi–mormorò lei, senza scomporsi, seguitando a sorridere. –E perchè? –Perchè ho marito–ribattè ella, ma placidamente. –Non importa! E gli occhi di Fulvio, di un tetro azzurro, lampeggiarono di passione. Ella • Leggi tutto »


Alfonsina Storni – Vado a dormire – Voy a dormir – Audiobook – MP3 – OGG – Audiolettura e traduzione a cura di Valerio Di Stefano

Tutte le registrazioni delle poesie di Alfonsina Storni sono disponibili per il download sulla pagina: www.classicistranieri.com/audioletture/ e si intendono protette da Copyright ai sensi di legge. La traduzione dell’opera è disponibile all’indirizzo: www.valeriodistefano.com/alfonsina-storni-vado-a-dormire-voy-a-dormir-traduzione-di-valerio-di-stefano.html Ascoltabile anche attraverso il nostro lettore virtuale di MP3:[mp3-jplayer tracks=”FEED:/dormire/” width=”100%”]







Adolfo Albertazzi – Il camiciotto rosso

Un discorde mugliare: richiami angusti di vitelli, come impediti da un soffocamento; aperte, disperate invocazioni di madri; risposte lunghe, come estratte dal torace profondo, di buoi. E uno strepito di campanacci e un romore di voci umane. Sotto l’ombria dei tigli e delle acacie arboree l’agitazione delle bestie e degli uomini da lontano appariva confusa • Leggi tutto »


Adolfo Albertazzi – Le figurine

— Mulattiere! Al vicino, che gli chiedeva del suo servizio, rispose con l’impeto d’una coscienza aperta a tutti i doveri e a tutti i pericoli della carica. E per dimostrarne meglio la gravità, aggiunse: — Addetto al vettovagliamento! Anche la voce, forte, sonora, era espressione di vigoria. — Di dove venite? — Dal Trentino. — • Leggi tutto »