AFRICA/BURKINA FASO – “Siamo da anni in preda al terrorismo” denunciano i Vescovi di Burkina Faso e Niger

Ouagadougou – “I Paesi della nostra Conferenza Episcopale, il Burkina Faso e il Niger, sono in preda ad attacchi terroristici ripetuti da alcuni anni” denunciano i Vescovi dei due Stati dell’Africa occidentale, nel messaggio finale della loro Assemblea Plenaria che si è tenuta a Ouagadougou dal 5 al 15 giugno.
“Nonostante l’impegno delle Forze di difesa e sicurezza, gli attacchi terroristici si stanno intensificando e hanno assunto una nuova dimensione religiosa, attraverso rapimenti mirati e omicidi” sottolinea il documento, pervenuto all’Agenzia Fides. I Vescovi del Burkina Faso e del Niger si dichiarano desolati e delusi per questi “crimini ingiustificabili”.
Dopo aver stilato un lungo elenco di omicidi, rapimenti e assalti nei confronti di sacerdoti, religiosi, laici e luoghi di culto cattolici, a partire dal 17 settembre 2018, la Conferenza Episcopale di Burkina Faso e Niger, “chiede alle persone amanti della pace di rimanere uniti nonostante la recrudescenza degli attacchi terroristici; di coltivare la coesione tra le diverse componenti dei nostri popoli per evitare di cadere nelle trappole dei terroristi”.
“I Vescovi del Burkina Faso e del Niger chiedono in particolare ai cristiani di intensificare le misure di prudenza e vigilanza a livello individuale e comunitario in un clima di fede e speranza e di rimanere discepoli e testimoni di Colui che ha ottenuto la sua vittoria non con la violenza, ma con l’amore; in altre parole, conquistare il male con il bene”.

da: www.fides.org
I contenuti del sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale