AFRICA/COSTA D’AVORIO – Per una chiesa diversa abbiamo bisogno di uomini e donne volenterosi, impegnati a cambiare

 183 total views,  7 views today

Abidjan – «Il vero cambiamento sarà possibile solo lasciando intevenire l’azione dello Spirito Santo sulla volontà di uomini e donne a collaborare. Se vogliamo una chiesa diversa, abbiamo bisogno di mentalità aperte, uomini e donne volenterosi, impegnati a cambiare» ha detto p. Donald Zagore, sacerdote della Società per le Missioni Africane in riferimento al Sinodo sulla sinodalità inaugurato ieri, domenica 10 ottobre 2021, da Papa Francesco. «Lo dice bene sant’Agostino, Dio ci ha creati senza di noi, ma non può salvarci senza di noi» prosegue Zagore.
Il teologo ivoriano si chiede quale impatto abbiano avuto sulla vita della Chiesa i Sinodi sulla famiglia, sui giovani, sull’Amazzonia. «È nato qualcosa di nuovo? Hanno portato qualcosa di diverso?» scrive. « Questo è un Sinodo che mira a costruire una chiesa diversa da quella di ieri. Papa Francesco insiste sul fatto che attraverso questo incontro universale si arrivi ad una rottura con le vecchie pratiche. ‘Fare Sinodo significa camminare sulla stessa strada, camminare insieme’, ha sottolineato il Pontefice.»
Il Sinodo sulla sinodalità si tiene in ciascuna Chiesa particolare dei cinque continenti. Si tratta della prima volta nella storia. E’ universale e coinvolge i cattolici di tutto il mondo.