AFRICA/ETIOPIA – Non c’è cristianesimo senza comunità: il Prefetto di Robe racconta la sua missione

 39 total views,  1 views today

Addis Abeba – La Prefettura Apostolica di Robe è stata creata da Propaganda Fide l’11 febbraio 2012 . Da allora sono passati quasi dieci anni e tra tante sfide la presenza della Chiesa cattolica continua a farsi presente. Il primo Prefetto Apostolico nominato, p. Angelo Antolini, frate Cappuccino, OFM Cap., è stato a Roma nel mese di ottobre 2021 per incontrare per la prima volta il Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, card. Luis Antonio Tagle.
Per l’occasione il direttore dell’Agenzia Fides, padre Dinh Anh Nhue Nguyen, OFM Conv., ha realizzato un’intervista con p. Antolini in cui il Prefetto Apostolico ha messo in luce i punti salienti della missione in cui opera in un momento particolarmente critico per l’intera Etiopia.
Dopo un’ampia panoramica su quelle che sono le realtà della prima evangelizzazione nel territorio a lui affidato, il Prefetto Apostolico ha presentato anche la missione di Gode, nella zona somala dell’Etiopia, dove è stata aperta una nuova piccolissima comunità che attualmente vede la presenza di soli tre cattolici, una suora e due ragazzi…
In questa missione evangelizzatrice, che si estende su un’area territoriale equivalente a un terzo dell’Italia, p. Antolini è coadiuvato da ai 7 missionari con i quali condivide la realtà locale e le sfide quotidiane.

Link correlati :Leggi intervista completa su Omnis Terra