AFRICA/GUINEA BISSAU – Celebrata la giornata mondiale della gioventù a Bissau e a Bafatà

Bissau – “La vendetta non risolve i problemi, ma piuttosto diventa un fertilizzante per i problemi. In questo ordine di idee, i cristiani dovrebbero evitare la via della vendetta e dello scandalo, specialmente coloro che sono impegnati nella politica “, dice il Vescovo Ausiliare di Bissau, Mons. Lampra Cá, rivolgendosi a più di 3.000 giovani della diocesi di Bissau. I giovani si sono riuniti a Mansoa, nel nord del Paese a circa 60 km dalla capitale Bissau, per la XIIIª Giornata Diocesana della Gioventù Cattolica della Guinea-Bissau, che si è svolta dal 24 al 26 maggio con il tema “Ecco la serva del Signore, si faccia in me secondo la tua parola “, scelto da Papa Francesco per l’ultima Giornata Mondiale della Gioventù cattolica svoltasi a Panama.
Durante la S. Messa conclusiva, il Vescovo nell’omelia ha fatto appello ai presenti di seguire l’esempio di umiltà di Maria, ricordando che “la religione cristiana esalta l’umiltà”.
Durante i tre giorni si sono realizzate catechesi, una marcia per la pace e incontri di sensibilizzazione sul pericolo della droga molto diffusa tra i giovani.
Negli stessi giorni nella Diocesi di Bafatá, a Buba, al sud della Guinea-Bissau, si sono riuniti circa mille giovani. Il Vicario Generale, padre Domingos da Fonseca, ha richiamato i giovani sulle loro responsabilità nel processo di stabilizzazione, sviluppo e cambiamento di mentalità nel Paese: “avete enormi responsabilità nell’ambito della vostra vita, nella vostra casa, nella vostra scuola, nel vostro lavoro, nella pubblica amministrazione, nei vari movimenti di apostolato, e in politica; avete la responsabilità di aiutare a cambiare la mentalità e lo sviluppo della Guinea Bissau”.

da: www.fides.org
I contenuti del sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale