AFRICA/NIGERIA – Confermato il rapimento di un sacerdote di Maiduguri

 338 total views,  1 views today

Maiduguri – “Preghiamo per la liberazione di p. Elijah Juma Wada. Sappiamo che è vivo e abbiamo la speranza di un esito positivo di questa triste vicenda. Al momento non posso aggiungere ao, per ovvi motivi” dice all’Agenzia Fides Sua Ecc. Mons. Oliver Dashe Doeme, Vescovo di Maiduguri, confermando il rapimento di p. Elijah Juma Wada, rapito il 30 giugno mentre si trovava lungo la strada tra Damboa e Maiduguri.
Il sacerdote, che presta servizio presso la parrocchia di Buma, a Shani, si stava recando a Damaturu per la messa di ringraziamento del decimo anniversario di un suo amico, P. Yakubu Inda Philibus.
Si sospetta che i rapitori appartengano a Bolo Haram, il gruppo islamista nato proprio a Maiduguri nel 2009, ma che negli ultimi anni si è scisso in alcune fazioni, di cui una ha proclamato l’adesione allo Stato Islamico.
Accanto ai rapimenti commessi da gruppi terroristici, vi sono quelli a scopo di estorsione che sono diventati una piaga endemica in Nigeria. A farne le spese vi sono pure sacerdoti e religiose nonostante da anni la Conferenza Episcopale nigeriana ha vietato il pagamento di riscatti.