AFRICA/SUD SUDAN – “I Sud Sudanesi colpiti dal gesto che Papa Francesco ha fatto a loro nome”

Juba – “I Sud Sudanesi sono rimasti positivamente scioccati nel vedere Papa Francesco che supplica i politici sud sudanesi, che si inchina e bacia loro i piedi. I video e le immagini dell’evento stanno girando su tutte le televisioni, sui social media e sugli smartphone della gente comune” dice all’Agenzia Fides Suor Elena Balatti, missionaria comboniana che si trova a Juba, la capitale del Sud Sudan. Ieri, 11 aprile, a conclusione del ritiro spirituale, presso Domus Sanctae Marthae in Vaticano, dei leader politici del Sud Sudan , Papa Francesco si è inginocchiato davanti a loro lanciando un appello per il futuro del nuovo Stato che nascerà il 12 maggio e baciando i piedi al Presidente della Repubblica Salva Kiir Mayardit, e ai vice presidenti designati presenti, tra cui Riek Machar e Rebecca Nyandeng De Mabior.
“La popolazione riconosce e apprezza molto gli sforzi che il Santo Padre, i Vescovi e tutta la Chiesa locale sta facendo per la pace in Sud Sudan” dice la religiosa. “Siamo stati tutti colpiti dall’insistenza di Papa Francesco nel ricordare ai politici le loro responsabilità nei confronti di un popolo che sta soffrendo molto, che ha subito tanti lutti, oltre a coloro che hanno dovuto lasciare il proprio Paese. Per questo si è inginocchiato, lo ha fatto in nome del popolo sud sudanese. Si tratta di un gesto molto apprezzato dalle persone qui in Sud Sudan” conclude la missionaria.

da: www.fides.org
I contenuti del sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale