AFRICA/SUD SUDAN – Vittime di un agguato due suore; “uccise a sangue freddo” denunciano le consorelle

 36 total views,  1 views today

Juba – “Le nostre sorelle sono state uccise a sangue freddo” afferma suor Christine John Amaa, della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù, nel fornire particolari sull’uccisione di suor Mary Daniel Abut, e suor Regina Roba vittime di un agguato stradale lungo l’autostrada Juba-Nimule il 16 agosto. Secondo quanto riferito, le due religiose erano in un gruppo di nove sorelle quando uomini armati hanno attaccato il loro autobus.
“La nostra ex Superiora Generale suor Mary Daniel Abut, che ha servito la Congregazione delle Suore del Sacro Cuore di Gesù dal 2006-2018, e suor Regina Roba, che era stata due volte nel Consiglio Generale, sono state uccise in sangue freddo mentre tornavano a Juba dalle celebrazioni del centenario della parrocchia dell’Assunzione di Nostra Signora”, afferma suor Amaa. In seguito all’agguato di uomini armati sconosciuti, racconta suor Amaa, le nove suore “hanno cercato di fuggire e si sono nascoste nei cespugli intorno”. I criminali sono riusciti a scovare le due suore e le hanno uccise a sangue freddo.
L’arcidiocesi di Juba ha annunciato cinque giorni di lutto per commemorare le due religiose. “A nome dell’Amministrazione dell’arcidiocesi cattolica di Juba, desidero informare il pubblico che tutte le istituzioni ecclesiali cattoliche dell’arcidiocesi cattolica di Juba chiuderanno per quattro giorni per commemorare le defunte suor Mary e suor Regina a partire da oggi 17 fino a al 20 agosto e i lavori riprenderanno il 23 agosto” si legge in un comunicato don Samuel Abe, segretario generale dell’arcidiocesi di Juba.
Suor Mary Daniel era la direttrice della Usra Tuna School di Juba, mentre suor Regina era tutor e amministratrice presso il Catholic Health Training Institute nella diocesi cattolica di Wau.
La messa da requiem e la sepoltura si terranno il 20 agosto presso la parrocchia della cattedrale di St Theresa-Kator.