AMERICA/ARGENTINA – La diocesi di La Rioja si prepara alla beatificazione dei suoi martiri

La Rioja – Sabato 27 aprile, alle ore 10, nel parco della città argentina di La Rioja, sarà celebrata la beatificazione del Vescovo Mons. Enrique Angelelli, dei sacerdoti Carlos Murias ofm e Gabriel Longueville e del laico Wenceslao Pedernera, uccisi in odio alla fede nell’estate 1976 . Nella settimana precedente, dal 22 al 26 aprile, sono previsti incontri, manifestazioni ed altre iniziative, come informa Aica.
Il Vescovo di La Rioja, successore di Mons. Angelelli, Mons. Dante Braida, ha presentato il programma delle attività organizzate per l’evento, durante una conferenza stampa tenuta nei locali della Cattedrale San Nicolás de Bari, a cui hanno partecipato anche il coordinatore generale dell’organizzazione, don Gustavo de la Puente, ed i referenti delle diverse commissioni di lavoro. Prima della beatificazione, saranno allestite quattro tende nella Plaza 25 de Mayo, una per ogni martire, che ospiteranno proiezioni di video e audio con messaggi del Vescovo Angelelli, manifestazioni artistiche con gruppi della provincia, conferenze e libri dedicati alla vita ed al messaggio dei martiri nel nostro tempo.
La sera di venerdì 26 aprile, vigilia della beatificazione, è prevista una veglia che inizierà alle ore 21, e alle 23 ci sarà un pellegrinaggio al Parco della città, dove continueranno le attività fino all’inizio della messa di beatificazione. Altre veglie di preghiera si terranno il 24 aprile nella città di Chamical, dove furono sequestrati e uccisi fra Carlos Murias e don Gabriel Longueville, ed il 25 aprile nella chiesa del Sacro Cuore di Gesù nella città di Sañogasta. Lo stesso giorno una seconda veglia avrà luogo nel luogo in cui si trovano i resti di Wenceslao Pedernera.
Nel corso della conferenza stampa è stato anche presentato l’inno ai quattro martiri, composto dal gruppo “Pueblo de Dios”, che esprime nelle sue strofe l’impegno e la vita dei martiri di La Rioja. Durante la messa di beatificazione verranno eseguiti dodici canti con diversi strumenti che esprimono la vita e la cultura locale.
Per la beatificazione giungeranno a La Rioja i pellegrini da diverse province dell’Argentina, dai paesi limitrofi, come Uruguay e Paraguay, e anche dalla Francia, paese di origine di don Gabriel Longueville. Negli alberghi sono già registrate circa 2.000 prenotazioni, inoltre i pellegrini saranno accolti anche in più di 200 famiglie e nei locali delle scuole e collegi, messi a disposizione per questo evento eccezionale.

da: www.fides.org
I contenuti del sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale