AMERICA/CANADA – Preghiera e condivisione per la Missione, sulle orme di San Giovanni Paolo II e di Pauline Jaricot

 30 total views,  1 views today

Montreal – “Il Mese Missionario di ottobre e la sua Giornata Missionaria Mondiale, offrono ai battezzati due vaccini straordinari per avere successo nella Missione: la preghiera e la condivisione. Buon mese missionario e buona domenica di condivisione il 24 ottobre! Felice annuncio in ogni momento e in ogni luogo di ciò che abbiamo visto e udito con Gesù Cristo!” Questo l’augurio di P. Yoland Ouellet, O.M.I., Direttore nazionale delle Pontificie Opere Missionarie del Canada francofono presentando il materiale per l’animazione missionaria. “Durante il mese missionario di ottobre, preghiamo lo Spirito Santo perché ci dia nuove forze per continuare la nostra testimonianza in ogni momento e in ogni luogo. Insieme, in comunità cristiane vive, continuiamo la Missione di annunciare ciò che abbiamo visto e udito, noi lo annunciamo a voi! . Uniti ad ogni uomo e e ad ogni donna di buona volontà, la Missione ci chiama ad essere segni di fede, amore e speranza”.
Nel panorama del materiale preparato e disponibile per l’animazione missionaria, si segnalano 31 riflessioni sulla vita di Pauline Jaricot, fondatrice della Pontificia Opera della Propagazione della Fede e del Rosario vivente, di cui è prossima la beatificazione, e una “Novena missionaria” a San Giovanni Paolo II. Giovanni Paolo II è stato il primo Papa a visitare un grandissimo numero di paesi, utilizzando i moderni mezzi di trasporto, è scritto nell’introduzione. Durante i suoi 26 anni di Pontificato ha compiuto 104 viaggi fuori d’Italia, visitando 127 Paesi diversi e recandosi spesso in alcuni Paesi più di una volta. Ha risposto al desiderio di Cristo che voleva che tutti lo conoscessero. Ha dato l’esempio di un uomo che ha preso molto sul serio la Missione.
“Durante il Mese Missionario, il 22 ottobre, celebreremo questo Santo che ha segnato la nostra Chiesa missionaria. Faremo una novena considerando alcuni di questi viaggi per comprendere il suo zelo e la missione universale. Ha visitato paesi cristiani e ai che non lo erano affatto. Ogni volta ha consegnato un messaggio di amore, giustizia e pace. Ha fatto molto. Preghiamolo affinché interceda presso il padrone della messe affinché tutti i discepoli scoprano la loro vocazione missionaria e la abbraccino con zelo e amore”.