AMERICA/CILE – Settembre: dal “Mese della Bibbia” al “Mese della Parola”

 66 total views,  1 views today

Santiago – La Commissione Nazionale per l’Animazione Biblica della Pastorale in Cile, ha deciso quest’anno di cambiare il nome del tradizionale “Mese della Bibbia”, che si celebra a settembre in diversi paesi dell’America Latina, in “Mese della Parola”. La ragione, spiega la nota pervenuta a Fides, è che i cristiani non sono una religione “del Libro”, ma un popolo convocato, che ascolta la voce di Colui che è il “Verbo” fatto carne, e che questa Parola è quella che “ascolta con pietà, custodisce con devozione e spiega con fedeltà” come ricorda la Dei Verbum.
L’obiettivo di questo cambio di nome, prosegue la Commissione, è quello di sottolineare che la Parola di Dio va letta e messa in dialogo con le sfide del tempo presente. “La Parola guidi quindi il nostro processo di discernimento ecclesiale, personale e comunitario. Che possiamo scoprire nella Parola, la nostra vocazione di popolo sinodale che si fa pellegrino con il Signore”. Per dare vita a questo “Mese della Parola”, sono state preparate diverse attività per tutto il mese di settembre, che saranno trasmesse sul canale YouTube della Conferenza Episcopale.
L’appuntamento è per ogni lunedì, martedì e mercoledì del mese di settembre, alle ore 19,30. Il lunedì, sul tema “Parola e Interpretazione”, si cercherà di illuminare con la Parola alcuni grandi concetti come Popolo di Dio, Discernimento, Sinodalità… Il martedì, la “Lettura orante della Parola” raccoglierà il contributo di diverse diocesi e movimenti sui loro modi di fare lettura orante. Il mercoledì, con “La Parola e la Cultura”, verranno presentati alcuni temi propri del momento culturale che stiamo vivendo: la Parola letta dai giovani, la Parola letta dalle Donne, la Parola letta dalle Migrazioni e la Parola letta in dialogo con i Popoli Indigeni. Tutte le informazioni e i materiali sono disponibili nell’apposito sito web preparato per l’occasione.