AMERICA/COLOMBIA – Dieci anni di formazione e di condivisione missionaria per i Laici associati alle Francescane Missionaria di Maria

 11 total views,  1 views today

Bogotà – Facendo eco al sogno di Maria della Passione, al secolo Hèléne de Chappotin, fondatrice delle Francescane Missionarie di Maria , di coinvolgere i laici nella missione evangelizzatrice delle Francescane Missionarie di Maria , nel 2011 è nato il gruppo dei “Laici Associati FMM della Colombia – Ecuador”. In quell’occasione erano presenti i laici provenienti da Quito, Medellin, Cali, Bogotá, Neiva e Santa Rosa de Cabal.
La vocazione laicale non appare all’improvviso, ma parte dalla crescita di ogni persona, dalla sua esperienza, dal suo lavoro, dalla maturità e dall’atteggiamento di fronte alla vita e alla realtà, sottolinea la nota delle FMM. Per questo i Laici Associati FMM cercano di compiere la volontà di Dio rendendola presente nella vita quotidiana e, ispirati dalla sua Parola, come popolo di Dio, compiendo la missione della Chiesa. Questa azione si basa sulla presenza delle Suore Francescane Missionarie di Maria, sul loro carisma, sulla loro missione, che ha spronato i laici ad impegnarsi a continuare a camminare come fratelli.
Per nove anni, fino al 2019, i Laici associati si sono incontrati di persona, a Santa Rosa de Cabal, luogo dove hanno trovato accoglienza, affetto e motivazioni per approfondire diversi aspetti dell’istituto delle Francescane Missionarie di Maria, il carisma di Maria della Passione, la spiritualità di Francesco e Chiara d’Assisi, la dimensione mariana del Carisma, la Missione Universale e l’Eucaristia come centro della vita spirituale delle FMM. “Da ogni incontro – affermano i partecipanti – partivamo fortificati nella fede, nella spiritualità e con la ferma intenzione di continuare a camminare sulla via del servizio, della testimonianza, dell’amore di Dio e del prossimo”.
Nel 2020 il desiderio di incontrarsi è stato interrotto dalla pandemia, ma i Laici associati non si sono persi d’animo e si sono lanciati nell’esperienza della presenza virtuale, con ottimi risultati: dinamismo e creatività, profondità nei temi trattati, unità nelle diverse comunità e spirito di fratellanza nonostante la distanza. Maria della Passione scrisse alle sue suore: “Mi dono interamente a voi, nonostante le mie croci, la mia salute cagionevole, la mia miseria. Ma alzatevi e camminate! Vi prego, camminate nella sequela di Gesù”. Facendo eco a questo grido per la sequela di Cristo, i Laici associati FMM, sono impegnati a proseguire questo cammino insieme alle religiose, a passi più corti, più lunghi, più lenti, più veloci o veloci, ma sempre determinati a continuare questo pellegrinaggio.